Pallavolo

Pvg Bari chiude il campionato di B1 con una sconfitta al tie-break con l'Isernia

un match più combattuto di quanto si potesse pensare alla vigilia

Volley
Bari lunedì 29 aprile 2019
di La Redazione
PVG Bari
PVG Bari © n.c.

Il campionato della Pharma Volley Giuliani Bari si chiude con una sconfitta al tie-break (3-2) sul campo della Europea 92 Isernia, dopo un match più combattuto di quanto si potesse pensare alla vigilia. Entrambe le squadre non avevano più nulla da chiedere a questa stagione in B1 femminile: Isernia è sesta nel girone D mentre Pvg resta il fanalino di coda con soli 16 punti, frutto di 17 sconfitte e cinque vittorie.

Quello di Isernia è l’ottavo tie-break disputato dalle ragazze di coach Piero Zambetta che, dopo aver perso il primo set, conquistano seconda (nettamente) e terza frazione (strappata con le unghie ai vantaggi); poi le baresi subiscono il ritorno veemente delle molisane che si aggiudicano il quarto parziale e tie-break. I verdetti del girone D sono quasi tutti già scritti, a una giornata dal termine della regular season con Aprilia già promosso in A2, Arzano secondo a +3 sulla quarta Cerignola, quindi virtualmente ai playoff considerata anche la non proibitiva trasferta siciliana a Santa Teresa. Resta da assegnare il terzo posto, ultimo utile per accedere ai playoff per la A2 tra Fiamma Torrese a 39 punti e Cerignola a 38.

La Partita –

Coach Montemurro schiera Isernia con la diagonale Miotti-Carlozzi, Alikaj e Delfino in banda, Ragone e Modestino centrali, libero Boffa, Pvg scende in campo con Romanazzi al palleggio, Cariello opposto, Lattanzio e Caputo laterali, al centro Labianca e Piemontese, libero Minervini.

Dominio pressoché incontrastato da parte delle atlete di casa nel primo set che guadagnano rapidamente un ottimo vantaggio (18-12). Il turno al servizio di capitan Carlozzi allunga il distacco: 21-12. Il mani-fuori di Caputo è solo un fuoco di paglia, Alikaj in diagonale e il primo tempo di Modestino portano al 25-15.

Nel secondo set spazio a Susanna Peonia per Lattanzio. Pvg parte bene stavolta (1-4). L’ace di Alikaj pareggia i conti (4-4). Le baresi non ci stanno e martellano con convinzione riportandosi in vantaggio: servizio vincente di Labianca per il 5-9. Ci pensa l’ex di turno Caputo ad allungare il divario (10-16). L’attaccante barese è scatenata, prima penetra le mani del muro poi colpisce in blockout (15-21). Attacco conclusivo di Cariello, 18-25.

La terza frazione è il prosieguo della precedente. Colpo tagliato di Cariello per il 4-10. La serie positiva di Labianca al servizio porta al +5; Cariello in parallela e pallonetto di Peonia per il 10-17. Massimo vantaggio ospite, +9. Ma con le foxes non si può stare tranquilli, come ci ha insegnato questa sfortunata stagione. Carlozzi si carica le compagne sulle spalle guidando la rimonta fino al 22-22. Da qui in poi, si giocherà punto a punto senza esclusione di colpi. Ai vantaggi, alla fine di un lungo set nel set, avrà la meglio Pvg che con il mani-fuori di Cariello e il primo tempo di Piemontese chiuderà il parziale sul 32-34.

Rientra Lattanzio nella quarta frazione mentre per Isernia c’è spazio al centro per Babatunde. Ace di Piemontese e primo tempo della centrale appena entrata: 6-5. Lo sforzo dei due set precedenti si fa sentire, Modestino due volte a punto facilmente dopo ricezioni imprecise: 14-6. Pvg torna ad essere disordinata e imprecisa prestando il fianco alle incursioni avversarie: muro delle centrali per il 21-9. Poi diagonale di Alikaj, ace di Ragone e ancora Babatunde sottorete chiudono la contesa sul 25-12.

Nel tie-break Pvg non sembra in grado di tornare in partita. Ragone due volte per l’8-3. Primo tempo di Piemontese, ma le baresi restano a -5 (10-5). Due volte Alikaj, alla quale risponde Cariello (12-6). Muro di Labianca per il 13-7. Ancora Cariello in diagonale per il 13-8. Poi arriva la pipe di Alikaj, replica sempre Cariello in pallonetto ma il muro di Isernia regala due punti ad Isernia e uno alla Pvg (9-15).

Lascia il tuo commento
commenti