Palalvolo B1

Pvg Bari torna a mani vuote dalla trasferta calabrese

A Pianopoli, dopo un primo acuto barese, vince la Ferraro Lamezia 3-1

Volley
Bari lunedì 08 aprile 2019
di La Redazione
Pharma Volley Giuliani Bari
Pharma Volley Giuliani Bari © n.c.

Dura solo un set la partita della Pharma Volley Giuliani Bari a Pianopoli per la 23a giornata di B1 femminile (girone D). Dopo una prima frazione ben giocata, è Ferraro Lamezia a portare a casa la posta piena (3-1) che consente alla squadra di coach Eliseo un balzo in avanti in classifica decisivo. Le foxes restano ultime a 15 punti a -2 da Expert Volley Palmi, loro prossima avversaria, e a -5 dalle lametine. Restano solo due gare alle baresi per dimostrare di meritare la permanenza in B1 femminile: sabato prossimo al Palamartino arriva Palmi nell’ultima gara casalinga della stagione mentre tra due settimane Pvg farà visita a Europea 92 Isernia, sesta nel girone D. Poi le ragazze di Piero Zambetta potranno solo incrociare le dita aspettando i risultati delle avversarie, visto che il loro turno di riposo arriverà all’ultima giornata.

- La partita –

Coach Eliseo recupera Biscardi e torna a schierare Spaccarotella nel ruolo di libero, in regia agisce Mordecchi, opposto Iannone, Ferrara in banda, centrali Papa e Fiore; Zambetta deve fare a meno dell’acciaccata Labianca ma recupera Minervini in seconda linea, in campo Romanazzi e Cariello, Lattanzio e Caputo laterali, al centro Peonia e Piemontese.

Ottima partenza delle baresi che si porta subito in vantaggio con la fast di Peonia: 3-6. Molto fallosa Lamezia che sembra frastornata dall’inizio delle avversarie. Caputo sfrutta il muro di casa e poi fa male alle calabresi con il suo servizio tagliato due volte: 6-13. Iannone blocca la serie positiva della schiacciatrice barese. Il vantaggio è cospicuo e Pvg non si ferma, spronata da una Cariello volitiva (7 punti nel set). Lattanziorisponde all’ace di Iannone: 9-16. Cariello si esibisce in un elegante mani-fuori, poi in un diagonale imprendibile: 10-19. Ferrara e Mordecchi cercano di rientrare nel set: 13-20. Fast di Piemontese, alla quale rispondono Papa dal centro e Iannone da posto 4: 17-22. Lamezia mostra segni di risveglio, prodromi di quello che accadrà nel resto del match. Blockout di Lattanzio e muro di Piemontese per il 17-24. Iannone annulla il primo set point, ci pensa Piemontese a sigillare il 18-25.

Molto più equilibrato il secondo parziale con Lamezia che si porta in vantaggio con un primo tempo fortunoso di capitan Papa (6-4). Piemontese fa due volte la voce grossa sottorete; il pallonetto di Cariello riavvicina le squadre, Peonia porta al 10-10. La battuta al salto di Mordecchi mette a dura prova la difesa barese. Dopo un miracolo di Minervini, Lattanzio mette palla a terra da seconda linea: 15-13. Qualche errore di troppo per le foxes al servizio, Ferrara approfitta per allungare il distacco a +4 (18-13). Pvg non riesce a raddrizzare il set, manca un break decisivo. Lattanzio colpisce in parallela, poi a muro, ma Lamezia è già sul 23-17. Il primo tempo di Piemontese non basta, Iannone oltrepassa due volte il muro ospite e rimanda al mittente il 25-18.

Brutto inizio Pvg nel terzo parziale che la pipe di Ferrara che porta sul 5-1. Ace di Caputo e mani-fuori di Lattanzio: Pvg impatta sul 6-6. Ancora una volta sono le atlete di casa a guidare le danze, le baresi si trovano ad inseguire: Ferrara, Biscardi e Iannone trascinano le compagne sul 13-10. Le baresi sono sempre più fallose al servizio, e non solo. Due errori di Ferrara illudono Pvg, ma ci pensa Papa a siglare il 19-15. Pallonetto di Caputo, replica violenta di Iannone: 21-17. Pharma Giuliani non sembra mai in grado di rientrare in partita, se non grazie alle imprecisioni calabresi. Ma per sfruttare gli errori avversari, è necessario essere precisi e puntuali in campo. E le baresi non lo sono di certo. Altri due errori, cambio in regia per Zambetta con l’ingresso di Pedone. Biscardi appoggia morbidamente al muro, l’ace di Iannone chiude il set sul 25-20.

Quarto set che segue l’andamento dei due precedenti. Lamezia sfrutta gli errori baresi sospinta dal pubblico di Pianopoli. Il primo punto barese arriva da Piemontese sul 4-2. Caputo sfoggia un bel diagonale stretto: 8-6. Ad ogni punto ospite corrisponde un nuovo affondo lametino. Mordecchi la gira di seconda e Iannone forza l’attacco colpendo Cariello in pieno volto: 12-9. Al servizio di Piemontese, Lamezia non trova risposta (14-11). Time out per Eliseo che dà una sferzata alle sue. Da posto 4 le locali trovano sempre punto mentre Pvg è efficace spesso sottorete. Muro di Papa, seguito dalla fast di Peonia: 17-14. Ace di Pedone per il 18-16. Biscardi mette palla in posto 1, poi un suo lungolinea out viene giudicato in campo dall’arbitro: la contestazione barese porta solo a un cartellino giallo. Lattanzio in parallela: 22-17. Mordecchi di seconda coglie ancora in fallo la difesa ospite; anche Minervini va a referto con un punto in bagher (23-18). Blockout di Iannone, poi un’invasione barese sancisce il 25-20. Finale emblematico di una partita giocata male da una Pharma Giuliani molto fallosa e realmente in partita solo nel primo set.

Lascia il tuo commento
commenti