Sempre più esile la speranza di rimanere agganciata alla Superlega

Padova passa al Palaflorio, ancora senza punti e senza vittoria la New Mater

Tre a zero forse troppo pesante per la Bcc che lotta per due set e paga la cattiva giornata di Renan

Volley
Bari lunedì 07 gennaio 2019
di La Redazione
New Mater in azione al Palaflorio
New Mater in azione al Palaflorio © New Mater

Una solida e concreta Kioene Padova espugna il Palaflorio di Bari lasciando ancora senza punti e senza vittoria la New Mater Castellana Grotte che vede assottigliarsi sempre di più l'esile filo di speranza che lo vede agganciato alla Superlega.

Ben orchestrata da Travica la squadra di Baldovin in campo gioca bene e spreca pochissimo con tutti i giocatori coinvolti dal gioco dell'ex regista azzurro. Uno 0-3 forse troppo pesante per la squadra di Di Pinto che comunque nei primi due set ha lottato alla pari con gli avversari sprecando tre/quattro occasioni per portare a casa il primo set e non concretizzando la bella rimonta di un secondo set giocando sul filo del rasoio.

Sfruttando un migliore cambio palla ed una migliore efficacia al servizio Padova riesce a trovare nel finale di primo set lo spunto vincente dopo l'equilibrio iniziale sospinta dagli otto punti di Torres.. Nel secondo parziale si lotta con le unghie e con i denti; gli 8 punti di Mirzajnapour col 100% in attacco non bastano pero' a riaprire il match con Renan che spreca e Polo che punisce oltremodo piazzando l'ace finale di un 30-32 che spegne gli ardori castellanesi e spinge i patavini verso una vittoria piena che li porta in ottava posizione e lascia a quota 5 in ultima posizione la New Mater. A poco è servito l'innesto di Kruzhkov nel terzo set al posto di Renan (solo 7 punti e 25% in attacco per lui) . Padova ha ritrovato i suoi equilibri inserendo a dovere anche il neo acquisto Barnes , autore anch'egli di un 'ottima prestazione (12 punti e 64%).

LA PARTITA

Formazioni annunciate in campo con Padova che va in battuta e chiude il primo punto con Torres. Renan piazza subito un ace , 2-1, e Zingel piazza il primo block della gara, 3-1; tiene bene il vantaggio CASTELLANA che allunga con Wlodarczyk e costringe Padova al primo timeout, 9.5.

Esce bene dalla sospensione Padova che con un parziale di 0-5 si porta in vantaggio con Torres protagonista, 9-10. Renan si riscatta a muro fermando proprio l'opposto patavino, 11-10. Si prosegue punto a punto con le squadre che non vogliono mollare, 15-15. Il muro a uno di Louati su Renan vale il break ospite (17-19) con Di Pinto che si gioca il secondo tempo discrezionale. Le difficoltà in cambio palla della New Mater non aiutano il gioco dei padroni di casa che subisce il turno di battuta di Travica, 19-23. L'ottavo punto di Torres nel set chiude la contesa, 20-25.

Secondo set con Padova che spinge soprattutto dal centro con Polo e Volpato, 4-7. La Bcc recupera un break ma non riesce a trovare il colpo per tornare in pari. Sempre Torres è garanzia di punti per la Kioene, 10-12. Ci vuole l'esperienza di capitan De Togni che mette due muri in fila e firma il sorpasso, 17-16. Si fa vedere Mirzajanpour per i padroni di casa che mette a terra sette palloni su sette.

In un teso finale la Kioene resta più lucida e con Barnes a muro ed il contrattacco di Torres si conquista due set ball, 22-24. La Bcc reimpatta grazie alla infrazione a rete di Travica poi Torres conquista il terzo set ball per i suoi, 24-25. Wlodarczyk annulla , 25-25, e si va verso un concitato ed emozionante finale.

Tensione massima in campo che coinvolge anche gli arbitri in un paio di azioni confuse ma si va avanti con Mirza che porta in vantaggio i suoi, 30-29. Renan spreca il cambio palla e Polo punisce dalla battuta per un 29-31 dagli alti toni agonistici.

Con Kruzhkov in campo al posto di Renan , Zingel inizia bene dalla battuta il terzo parziale con il vincente del 4-2. Travica gli risponde dai nove metri brekkando gli avversari, 5-8.

Padova viaggia sull'entusiasmo quello che manca ai pugliesi, 7-13. Di Pinto fa esordire Davide Kovac che mette a terra il suo primo punto in Superlega. La squadra di coach Baldovin vola in sicurezza verso la vittoria mentre la formazione castellanese vede allontanarsi il sogno salvezza.

LE DICHIARAZIONI

Vincenzo Di Pinto (Castellana Grotte ) "Abbiamo buttato via due set ; quattro palle col muro ad uno sprecate nel primo set non si possono concedere ad una squadra forte come Padova che non ha bisogno certo dei nostri aiuti. Nel secondo set nel finale ci siamo fatti sorprendere con due battute flottanti. Ci sono situazioni da mettere a posto e non è facile anche perchè nel girone di ritorno troveremo avversari più motivati perchè devono raggiungere i propri obiettivi. Continueremo a lavorare per vincere nonostante il peso psicologico che ci portiamo dietro. Tecnicamente siamo cresciuti ma soffriamo tantissimo le situazioni importanti."

Dragan Travica: (Padova) " E' stata una partita tostissima ma credo che abbiamo offerto un bello spettacolo anche nel secondo set in cui gli animi erano più concitati. Quando si gioca per vincere è cosi' altrimenti non sarebbe sport. Noi siamo stati bravi a restare lucidi e concreti in quelle occasioni importanti senza innervosirci troppo. La vittoria del secondo set ci ha dato la spinta in più per portare a casa tre punti importanti per noi . "

Lascia il tuo commento
commenti