Serie B1

Prima vittoria per la Pvg

Al Palamartino, sotto di due set, le baresi rimontano e battono 3-2 Fiamma Torrese

Volley
Bari lunedì 05 novembre 2018
di La Redazione
Pvg Bari in campo
Pvg Bari in campo © n.c.

La prima partita al Palamartino della Pharma Volley Giuliani Bari ha tutte le caratteristiche del confronto epico. Quasi due ore e trenta minuti di gioco con due squadre che si fronteggiano ad armi pari senza risparmiarsi, davanti ad un pubblico molto fortunato. È la Pvg a spuntarla al tie-break (3-2) nella quarta giornata di B1 femminile (girone D), dopo essere stata sotto di due set contro un’ottima Fiamma Torrese, trascinata dalle sue schiacciatrici Boccia e Astarita. Sempre in partita anche nelle prime due frazioni, le ragazze di Sarcinella vengono fuori alla distanza con carattere e prepotenza, ribaltando le sorti di un match che sembrava già nelle mani delle campane.

Coach Sarcinella si affida alla diagonale Romanazzi-Cariello, in banda Soleti e Caputo, al centro Peonia e Labianca, libero Minervini, Adelaide Salerno risponde con Palladino in regia, Tanzini opposto, laterali Boccia e Astarita, centrali Figini e Dell’Ermo, Moretti nel ruolo di libero.

Fiamma rompe subito gli indugi: fast e ace di Figini per il 7-8. Mani fuori di Cariello (13 i suoi punti) e ace di Romanazzi, Pvg conduce 11-9. La pipe di Astarita riduce le distanze (13-12). Soleti e Labianca danno corpo al vantaggio: 18-17. Il primo tempo di Dell’Ermo porta avanti le ospiti (19-20) che accelerano in vista del traguardo mentre le baresi restano al palo. Capitan Astarita (20 punti) è decisiva nel finale con tre punti consecutivi che regalano alle compagne il vantaggio decisivo e il primo set: 21-25.

Il grande equilibrio in campo contraddistingue anche la seconda frazione. Un bel diagonale stretto di Caputo (19 punti) conferma l’assunto: 5-5. Due fast di Labianca spingono Pvg al primo vantaggio: 7-6. Adelaide Soleti scalda i motori, ma sono Astarita e Dell’Ermo a dominare il set: 10-13. Mani fuori di Cariello dopo un lunghissimo scambio che infiamma il pubblico del Palamartino: 14-14. Le torresi piazzano il break decisivo, grazie ancora al proprio capitano e all’ace di Figini: 16-20. Il muro non riesce a contenere gli attacchi di Astarita. Peonia in primo tempo fa pensare alla rimonta. Invece è la centrale avversaria Dell’Ermo a colpire due volte sancendo il 23-25.

Pvg gioca e combatte, ma sembra perdere compattezza nelle fasi clou dei set. L’ingresso di Monica Piemontese nelle ultime battute della seconda frazione è uno spartiacque nel match. Le foxes partono male nel terzo set. Due ace di Figini portano il set sul 8-14. Sale in cattedra Soleti che con due attacchi in diagonale sconquassa la finora perfetta difesa ospite. Il monologo della schiacciatrice ex Maglie prosegue con ampio sfoggio delle molte armi a sua disposizione: alla fine saranno 8 i suoi punti nel parziale e 28 in totale. Il recupero barese viene sigillato dal muro di Piemontese: 14-14. Palla morbida di Caputo per il 17-15. Dell’Ermo e Boccia non mollano, ma ora Pvg veleggia sulle ali dell’entusiasmo del suo pubblico. Ancora parità con l’ace di Dell’Ermo: 18-18. Entra in campo Valecce. Primo tempo potente di Labianca e violento fendente di Soleti per il 21-21. Parallela di Astarita, Soleti in posto 5: 22-23. Altri due muri vincenti di Piemontese (4 nel set) e la frazione si tinge di biancorosso: 25-23.

La difesa barese fa la differenza con una Minervini in ottima forma. Le forti attaccanti avversarie devono fare gli straordinari per mettere palla a terra. Il resto lo fanno i martelli di casa che trovano sempre più spesso crepe nelle maglie difensive torresi. Pallonetto di Caputo, seguito da muro e attacco vincente di Soleti: 10-7. Labianca (9 punti e 4 muri) chiude la saracinesca al centro: 15-12. Fiamma tiene bene il campo, anche se i ruoli si sono capovolti: Pvg fa la lepre, le campane inseguono. Ace di Tanzini, finta e pallonetto di Palladino: 15-15. Le due squadre combattono su ogni pallone. Attacchi e contrattacchi che tengono il set in bilico fino in fondo. Diagonale di Caputo a cui replica Boccia: 23-23. Primo set point targato Pvg vanificato dall’attaccante ex Napoli: 24-24. Attacco out delle ospiti e altro muro decisivo di Piemontese (8 punti con 6 muri vincenti per lei) per il 26-24 che riporta l’incontro in parità.

Parte meglio Fiamma Torrese nel tie-break: 1-4. Il Palamartino brucia di passione. La tensione è alle stelle. Guidate da Soleti, le ragazze di Sarcinella agguantano il 6-6 e al cambio campo sono avanti di due lunghezze (8-6). Altro break di Tanzini e compagne: 8-11. Ma la Pharma Giuliani non ci sta e impatta sul 11-11. Il resto lo fanno Caputo in diagonale e Labianca che chiude la porta in faccia ad Astarita: 14-13. Il punto decisivo porta la firma della schiacciatrice ex Isernia (15-13). Prima vittoria per la Pvg Bari che ha mostrato di poter fare bene anche in questa nuova avventura nella terza categoria nazionale. Il prossimo impegno vedrà le foxes impegnate sul campo della ben nota Assitec Sant’Elia, vincitrice della finale playoff a maggio contro Pvg.

Il commento di coach Sarcinella a fine gara: «Anche oggi come ad Aprilia abbiamo perso noi i primi due set, sprecando molte occasioni. Conosciamo le loro qualità, hanno giocatrici fortissime, ma avevamo preparata perfettamente la partita, sapevamo cosa dovevamo fare in campo. Forse le due sconfitte ci hanno resi deboli nella tenuta mentale nei momenti importanti. Questa vittoria ci deve far capire che se facciamo le cose come le prepariamo in settimana, non dobbiamo temere nessuno. Spero che il risultato ci dia entusiasmo e convinzione nei nostri mezzi: abbiamo costruito il campionato scorso e raggiunto la finale playoff sulla difesa, l’avversario deve sudare per mettere palla a terra contro di noi. È la nostra peculiarità, oggi in parte l’ho rivista, credo che le squadre che arrivano fino in fondo siano quelle che non fanno cadere la palla».

Lascia il tuo commento
commenti