Superlega

Bcc ancora sconfitta

A Padova finisce 3-1. Tofoli: «Oggi non abbiamo giocato»

Volley
Bari lunedì 29 ottobre 2018
di La Redazione
Kioene Padova-Bcc Castellana Grotte 3-1
Kioene Padova-Bcc Castellana Grotte 3-1 © n.c.

Seconda sconfitta in trasferta senza punti per la Bcc Castellana Grotte, che esce da Padova battuta per 3-1 dai padroni di casa, senza riuscire a ripetere la buona prestazione di domenica scorsa contro la più quotata Modena.

Un brutto inizio di gara con tanti errori in tutti i fondamentali non ha permesso agli uomini di Tofoli di mantenere tranquillità e lucidità nelle giocate, subendo sin dalle prime battute gli strappi che la Kioene ha imposto al match, giocando con grinta e semplicità. Caratteristiche che hanno spinto i padroni di casa: due set a zero in 45 minuti, costringendo poi De Togni e soci a un inseguimento concretizzatosi solo nella vittoria del terzo set.

20 errori in battuta, 16 in attacco e 9 in ricezione sono numeri che hanno di fatto indirizzato un match in cui di certo si poteva fare di più, specie in fase di approccio iniziale. Le parole di coach Tofoli ratificano la prestazione non positiva dei suoi: «C’è poco da dire, oggi non abbiamo giocato. Queste sono le partite da vincere, perché disputate contro avversari alla nostra portata. Con Modena avevamo giocato a braccio sciolto perché eravamo senza pressione. Oggi invece l’abbiamo avvertita ma complimenti a Padova che ha interpretato in modo corretto il match».

La partita
Il primo punto della gara è un muro della Bcc; due servizi vincenti dei patavini accompagnano il punteggio a loro favore (4-2); Zingel impatta (5-5) è però ancora la battuta di Padova a lasciare il segno con Torres (8-5). In sofferenza la Bcc, con Padova che invece gioca in scioltezza. Non funziona nulla in casa pugliese e Padova allunga con facilità (15-9); due errori di Randazzo accorciano il gap (15-12), ma le poche e confuse idee nella metà campo castellanese costringono Tofoli al secondo time out. (18-13), il servizio poco efficace dei pugliesi rende vita agevole a Travica, che smarca al meglio i suoi attaccanti e consente alla Kioene di tenere in mano le redini del parziale; l’errore di Renan chiude un brutto primo set per gli uomini di Tofoli (25-18).

Si riparte nel secondo set con la pipe di Mirza e l’ace di Renan (1-2). Ma in attacco la New Mater continua a regalare punti gratuiti; Padova cinicamente ringrazia e con l’ace di Randazzo si spinge in avanti 10-7

Esce uno spento Wlodarczyk per Studzinski, con Padova che però gestisce con relativa tranquillità il vantaggio (17-11). La ricezione castellanese subisce ace anche dal giovane Cottarelli, con Tofoli che prova a cambiare anche in regia con Quartarone per Falaschi (21-14); due muri consecutivi di Padova su Renan chiudono un secondo set giocato senza reazione da parte dei pugliesi (25-16).

Manca nella squadra di Tofoli quella spregiudicatezza che ne aveva caratterizzato il precedente match con Modena e i tanti errori in ogni fondamentale certo non aiutano a far trovare un po’ di serenità in campo. Dall’altra parte la Kioene senza strafare si affida alla lucidità di Travica, che gestisce al meglio i propri compagni di attacco. Torres, Randazzo e Louati sono decisamente più concreti dei rispettivi omologhi pugliesi e Padova si trova avanti due se a zero senza quasi attenderselo.

Il quarto set comincia con una buona serie in battuta di Renan ed un break di 4-0 per la New Mater. Padova con un cambio palla pulito, e approfittando degli errori ospiti, si riporta in parità (6-6). Non senza fatica Wlodarczyk (rientrato più deciso in campo) riporta a +3 i suoi e costringe Padova al time out (8-11). Ancora una battuta del neo entrato Cottarelli regala frutti ai padroni di casa, che con con Travica riporta il set in pari (12-12). Si va sulle montagne russe con diverse situazioni confuse risolte dai videocheck; la Bcc si riporta di nuovo avanti con il vincente di Wlodarczyk dai nove metri (13-16 ). Zingel mette anche la sua firma dai nove metri e la Bcc consolida il vantaggio di un terzo set più giudizioso (15-21. Mirza dalla battuta e Renan chiudono un parziale finalmente convincente (17-25).

La voglia di riaprire la partita dei pugliesi si infrange sul servizio di Travica, che riesce a spezzare l’equilibrio del quarto set con un’importante serie dai nove metri (11-6). La Bcc torna sugli errori dei primi due parziali sprecando troppo in attacco anche quando la brillantezza di Padova non è più quella di inizio gara. Emblematica una delle ultime azioni del match, quando la difesa patavina salva tre palloni che sembravano ormai in terra con Castellana che sbaglia il contrattacco successivo. L’ennesimo ace di Torres e il susseguente errore ulteriore dai nove metri lato ospite sanciscono la vittoria della Kioene, che sorpassa i pugliesi in classifica. Una prestazione che deve essere di esempio per la grinta e la lucidità messa in campo dagli uomini di Baldovin; quelle caratteristiche che Castellana Grotte deve far sue al più presto per riuscire a lottare alla pari su tutti i campi della Superlega.

Il tabellino
Kioene Padova-Bcc Castellana Grotte 3-1 (25-18, 25-16, 17-25, 25-18)

Kioene Padova: Travica 6, Louati 10, Polo 4, Torres 18, Randazzo 11, Volpato 6, Danani La Fuente (L), Cottarelli 1, Cirovic 0, N.E. Bassanello (L),Ferrato, Lazzaretto, Premovic, Sperandio, All. Baldovin. Batt. sb.16 , ace 9, attacco 46, ric.pos. 38%, ric. prf. 29%, muri 10, errori 15.

Bcc Castellana Grotte: Falaschi 3, Mirzajanpourmouziraji 14, De Togni 4, Zanatta Buiatti 14, Wlodarczyk 8, Zingel 6, Cavaccini (L), Quartarone 0, Studzinski Rodrigues 1. N.E. Pace (L), Agrusti, Kovac, Scopelliti, Kruzhkov. All. Tofoli. Batt. sb.20 , ace 5, attacco 39%, ric.pos. 33%, ric. prf. 19%, muri 6, errori 25.

Arbitri: Luciani, Frapiccini. Note – durata set: 23′, 23′, 33′, 29′; tot: 108′. Spettatori: 2.227. Migliore del match: Maurice Torres (Kioene Padova).



Lascia il tuo commento
commenti