Superlega

Bcc, un punto con Modena

Al Palaflorio finisce 3-2. Zaytsev decisivo

Volley
Bari lunedì 22 ottobre 2018
di Angelo Ciocia
Da sinistra, Galli, Cantagalli, Velasco e Tofoli
Da sinistra, Galli, Cantagalli, Velasco e Tofoli © n.c.

Partita dai due volti al PalaFlorio di Bari, dove la Bcc Castellana fa sudare le proverbiali sette camicie al Modena di Zaytsev e Velasco. Passa Modena, Castellana strappa un punto che sarà importante nella lotta salvezza.

Nel primo e terzo parziali Modena giganteggia a muro e in battuta; nel secondo e quarto parziale Castellana fa la voce grossa e con il cuore allunga il match fino al tie break, dove un sontuoso Zaytsev e una cinica Modena lasciano l’amaro in bocca a capitan De Togni e compagni.

Tofoli schiera Falaschi in regia e Renan opposto; Mirzajanpour e Wlodarczyk laterali, De Togni e Zingel al centro. Libero Cavaccini.

Velasco risponde con la diagonale Christenson – Zaytsev; Bednorz e Urnaut a schiacciare e ricevere, Anzani e Mazzone al centro con Rossini libero.

Parte bene Castellana, ma Renan sciupa la palla del possibile allungo e Modena si fa sotto: 4-3. Modena non ci sta, Castellana soffre le battute di Zaytsev e regala qualcosina: Zaytsev firma il sorpasso (6-7), poi è Mazzone a stampare a muro Renan (6-), infine Mirzajanpour spara out costringendo Tofoli a chiamare il primo timeout (6-9). Dopo la sosta Zaytsev spara un missile (6-10). Ingenuità di Mirzajanpour che tenta un bagher rovesciato che finisce in rete (7-11). Renan soffre il muro degli emiliani e stavolta è Anzani a fermare l’opposto carioca (11-16), poi un’incomprensione nella metà campo del Castellana costringe Tofoli a spendere il suo secondo timeout (11-17). Wlodarczyk non riesce a sfondare il muro modenese e Christenson lo ferma a muro ben due volte (15-20; 15-22). Aces di Christenson (16-24), miglior regista al recente mondiale; chiude il set un monster block di Zaytsev (8 punti per lui nel primo parziale) su Renan: 17-25.

Il secondo set si apre con Zingel che ferma Urnaut; strepitosa intesa Christenson-Anzani, con l’italiano che firma il sorpasso modenese: 2-3. Castellana rimette il naso avanti (6-5), ma è Zaytsev a firmare il controsorpasso (6-7). Zingel mura Christenson (9-8), poi Zaytsev fa esplodere il PalaFlorio con una bordata delle sue: 10-11. Mirzajanpour non ci sta: prima firma l’attacco del 14-12, poi timbra l’aces del 15-12. Velasco inserisce Kaliberda per Urnaut, ma Mirzajanpour in battuta fa ancora male e Velasco ricorre al timeout (16-12). Bednorz a muro ferma Renan e Modena dimezza le distanze (16-14), Zaytsev fa 17-16, prima della magia di Christenson: 17-17. Kaliberda attacca out (19-17) e lascia il campo per Urnaut, che non fa meglio costringendo Velasco al secondo timeout (21-18). Finale bollente: Mirzajanpour spara out (21-20), lo stesso fa Bednorz (23-21), che si riscatta per il 24-23, ma Renan fa esplodere il PalaFlorio: 25-23.

Il primo scambio del terzo parziale è già emozionante: lo fa suo Castellana con Renan. Zaytsev, con uno squisito pallonetto e con un gran diagonale, porta Modena avanti (1-2, 1-3); lo stesso opposto a servizio è devastante: 3-6; 3-7. Mirzajanpour si veste da Zaytsev e firma l’ace del 5-7; poi è lo stesso iraniano a firmare la pipe del 7-8. Eduardo Studzinski sostituisce Wlodarczyk in affanno in attacco e ricezione. Cambio anche per Modena: Max Holt rileva Mazzone. Bordata di Zaytsev dalla linea di battuta: 11-16. Lo imita alla grande Mirzajanpour (13-16). Holt stoppa Renan (13-18) e Studzinksi (13-19); lo stesso Studzinski è fermato da Christenson (13-20), poi è ancora Holt a fermare Renan (13-21). Monologo Modena chiuso da Zaytsev: 19-25.

Quarto parziale che vede la conferma di Studzinski e Holt. Bednorz firma il primo punto del set. Esordio del cartellino verde, novità per quanto riguarda il fair play in campo: Holt ammette il tocco e si aggiudica il cartellino. Studzinski mura Zaytsev (6-4), Bednorz tira out (7-4): Castellana vola, Velasco chiama il timeout. La sosta non ha l’effetto sperato: Urnaut è murato da Zingel (9-4, 12-6) poi è sostituito da Pierotti. Aces di Studzinski (13-6). Ancora un aces da parte di un subentrato: è la volta di Pierotti (13-8). Anzani stoppa Zingel (13-9), Zaytsev fa male in attacco (13-10) e una Modena quasi al capolinea torna pericolosa come non mai. Renan attacca out senza muro (15-14) De Togni ferma a muro lo Zar Zaytsev (17-15), Pierotti invade (19-16) e Holt tira out (20-16). Wlodarczyk (22-17) e il muro di Zingel su Anzani (23-17) mandano in visibilio il PalaFlorio, che esplode dopo il servizio errato di Urnaut: 25-20.

Zingel inaugura il tie break, Kaliberda attacca out (2-0). Modena si aggrappa al peso offensivo di Zaytsev (2-1) e ai suoi aces (3-3). Holt giganteggia a muro (3-4). Zaytsev è impressionante in battuta: 3-6. Christenson firma il terzo aces del suo match: 6-12. Kaliberda chiude parziale e match sul 15-10.

Un punto perso per Modena, squadra che sicuramente deve oliare i meccanisimi: molti suoi atleti erano in campo al Mondiale. Punto guadagnato per Castellana, che si è aggrappata a Mirzajanpour, Zingel e Renan, tutti in chiaroscuro, ma decisivi nei due set vinti.

Lascia il tuo commento
commenti