Calcio

Nuovi seggiolini San Nicola: «Per la partita di domenica la tribuna Est superiore sarà completata»

Un nuovo sopralluogo all'impianto sportivo per verificare lo stato dei lavori per la sostituzione dei seggiolini

Calcio
Bari martedì 25 febbraio 2020
di La Redazione
Nuovi seggiolini San Nicola: «Per la partita di domenica la tribuna Est superiore sarà completata»
Nuovi seggiolini San Nicola: «Per la partita di domenica la tribuna Est superiore sarà completata» © n.c.

Questa mattina l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli ha effettuato un nuovo sopralluogo allo stadio San Nicola per verificare lo stato dei lavori per la sostituzione dei seggiolini dell’impianto. In questi giorni, infatti, l’impresa sta continuando a lavorare per sostituire i 7660 seggiolini della tribuna Est superiore.

L’obiettivo è quello di completare gli interventi in questo settore dello stadio per la prossima partita della Ssc Bari in programma in casa domenica prossima, con la previsione di dedicare i giorni immediatamente successivi agli ultimi interventi di rifinitura delle sedute e di tinteggiatura delle vie di fuga. Contestualmente al cambio dei seggiolini, l’impresa ha eseguito degli interventi di ripristino della superficie di cemento armato delle gradinate, laddove necessario.

“Una volta consegnata la tribuna Est superiore - spiega Pietro Petruzzelli - potranno cominciare i lavori sulla tribuna Est inferiore secondo le stesse modalità, seguendo la scala cromatica delle sedute superiori. Il risultato produce un effetto ottico molto bello, in linea con le aspettative dell’amministrazione comunale, così come da previsione dello studio di Renzo Piano. L’impresa sta seguendo sostanzialmente il cronoprogramma stabilito, salvo qualche giorno di ritardo impiegato per il ripristino di alcune gradinate. Dopo la tribuna Est inferiore, che verosimilmente sarà chiusa al pubblico fino al 24 marzo, si passerà a lavorare sulla tribuna Ovest superiore (7.188 seggiolini), dove gli interventi dovrebbero terminare entro la terza settimana di aprile”.

Lascia il tuo commento
commenti