Un Bari in salute strapazza il Picerno

Tris di gol del Bari per una vittoria strameritata

​Un Bari determinato schiaccia nella propria area il Picerno e vince con grande merito. Continua la serie positiva di mister Vivarini che raccoglie il 21' risultato utile consecutivo. E' record.

Calcio
Bari domenica 16 febbraio 2020
di La Redazione
Ssc Bari
Ssc Bari © Ssc Bari

SSC BARI - AZ PICERNO 3-0

BARI : Frattali, Ciofani, Costa,, Di Cesare (39' st Berra), Sabbione, Maita (23' st Scavone), Schiavone (39' st Folorunsho), Bianco, Laribi (33' st Terrani), Simeri, Antenucci (33' st D'Ursi). A disp.: Liso, Marfella, Costantino, Corsinelli, Pinto. All. Vivarini

AZ PICERNO : Pane, Vanacore, Fontana, Pitarresi, Ferrani, Santaniello, Nappello (28' st Cecconi), Guerra (23' st Squillace), Priola, Vrdoljak (28' st Donnaruma), Romizi (9' st Esposito). A disp.: Cavagnaro, Mancini, All. Giacomarro

ARBITRO : Di Graci di Como

MARCATORI: 10' pt Laribi, 30' pt Antenucci, 36' st Scavone.

BARI - Netta vittoria del Bari mai pago e super offensivo. Pronti via e il Bari chiarisce le proprie intenzioni vittoriose con l'occupazione territoriale. Il centro-attacco si schiera prepotentemente in avanti e asfissia la retroguardia ospite. Le buone trame di gioco sortiscono al 10' il calcio di punizione dal limite. Calcia Laribi che piazza la palla sul sette destro della porta difesa nel miglior dei modi dall'incolpevole Pane. Il Picerno accusa il colpo e resta timido mentre il Bari continua a divertirsi nelle giocate offensive. Al 30' il raddoppio è servito con un'azione costruita da Laribi per Simeri che invita Antenucci a smarcarsi e posizionare la palla in rete. Scocca l'ora dell'intervallo e i biancorossi raccolgono gli applausi. Nella ripresa il Bari è schierato verso la curva nord che fa da cornice tra gli 11.584 spettatori presenti. Non cambiano modulo tattico (1-4-3-1-2) e atleti. I galletti biancorossi continuano caparbiamente ad attaccare e il gioco offensivo mette in affanno il Picerno. E' un Bari piacevole che diverte e si diverte. Dai calci d'angolo non si concretizzano schemi da gol ma il Bari è sempre vivo, corre e stronca le ripartenze del Picerno. Incomincia il valzer delle sostituzioni che aiuta a fiatare gli atleti. Al 36' il Bari sigilla il risultato con un gol da manuale del calcio: scambio palla a centrocampo e invito a scendere sulla fascia a Ciofani che crossa per la testa di Scavone. Continua fino al 90' il bel gioco del Bari. L'arbitro Di Graci fischia la fine dell'incontro e il Bari consolida la seconda posizione staccando di 3 punti il Monopoli (vittorioso ieri a Teramo per 3-0) e riavvicinandosi con un -6 alla capolista Reggina che ha pareggiato a Catania.



Lascia il tuo commento
commenti