17° risultato utile e imbattibilità per mister Vivarini

Vittoria del Bari che accorcia il distacco dalla capolista Reggina

​Nella gara di recupero della ventesima giornata il Bari mostra margini di crescita grazie anche ai nuovi innesti invernali. La vittoria appare meritata grazie a un gioco ordinato e maturo.

Calcio
Bari mercoledì 22 gennaio 2020
di La Redazione
Bari Sicula Leonzio
Bari Sicula Leonzio © Barilive

BARI - SICULA LEONZIO

BARI : Frattali, Corsinelli (39' st Berra), Costa, Perrotta, Sabbione, Maita (46' st Kupisz), Schiavone, Scavone (25' st Awua), Laribi (25' st Terrani), Simeri, Antenucci (25' st D'Ursi). A disp.: Marfella, Esposito, Neglia, Ferrari, Folorunsho, Bianco, Cascione. All. Vivarini

SICULA LEONZIO : Adamonis, Sabatino (23' st Scardina), Grillo (23' st Catania), Lia Daniano (11' st Parisi), Maimone (32' st Sicurella), Tefa, Palermo, Bachini, Ferrara, Bucolo, Lescano. A disp.: Governali, Polverino, Ferrini, De Rossi, Terranova, Sosa. All. Grieco

ARBITRO : Giaccaglia di Jesi

MARCATORI: 38' pt Simeri,

BARI - Vittoria del Bari in una gara ben giocata dal punto di vista tattico. Nel primo tempo il Bari imprime subito un gioco offensivo che determina l'assetto "a catenaccio" della Sicula Leonzio. Nonostante ciò, la prima azione pericolosa nasce a favore degli ospiti che, al 7', ripartono e finalizzano con un colpo di testa di Grillo fermato solo dal legno della porta difesa da Frattali. Il Bari è vivo e i nuovi volti Laribi e Maita si mettono in mostra con buone giocate in combinazione che favoriscono gli inserimenti del tandem d'attacco Antenucci-Simeri. Al 17' il netto fuorigioco neutralizza il gol dei biancorossi che si riscattano al 38' : Simeri finalizza e firma l'1-0 su una azione ben costruita dal centrattacco barese. La gioia del pubblico incoraggia i galletti biancorossi che corrono e costruiscono buone trame di gioco. Nel secondo tempo il San Nicola è sempre targato Bari che cerca il raddoppio senza galoppate inutili e sterili. Laribi studia le intese con i nuovi compagni, Costa si propone mantenendo la copertura e il duetto d'attacco incrocia e si sovrappone creando varchi per nuovi inserimenti dei mediani. Insomma, un buon Bari che promette bene. La Sicula Leonzio, comunque, non fa da comparsa e inizia a alzare il baricentro del gioco. Incomincia il valzer delle sostituzioni ma gli assetti tattici non cambiano per il Bari che soffre un po. Fino al 40' non si registrano azioni offensive degne di cronaca ma il gioco resta piacevole tra duelli e resistenze dei blocchi di reparto. Negli ultimi minuti il Bari concede spazio agli ospiti che ne approfittano per mettere in affanno Frattali. Nei 5' di recupero la sofferenza del Bari è enorme ma al triplice fischio la gioia è immensa anche perché la capolista Reggina perde in casa con il Francavilla e ora il distacco si riduce a 6 punti.

Lascia il tuo commento
commenti