Il fatto

Stadio San Nicola: l'impianto concesso alla SSC Bari

Nel progetto della squadra barese l'impianto sempre più luogo di aggregazione e di interesse culturale e sportivo

Calcio
Bari giovedì 18 luglio 2019
di La Redazione
Festa promozione per il Bari al San Nicola
Festa promozione per il Bari al San Nicola © BariLive

La commissione nominata per l'affidamento in concessione dello Stadio San Nicola ha terminato i lavori.

La commissione ha valutato positivamente la proposta formulata dalla società sportiva SSC Bari.

La proposta, formulata dalla società sportiva barese, rappresentante della squadra di calcio cittadina, si articola sostanzialmente su due macroaree: l’utilizzo dell’impianto per le attività agonistiche della prima squadra, che quest’anno milita in serie C, e le altre attività di servizi per il pubblico che puntano a identificare lo Stadio San Nicola come un luogo di aggregazione e di interesse culturale e sportivo.

La proposta ha offerto una serie di iniziative, che mirano a diffondere e far crescere la cultura dello sport, attraverso percorsi di formazione all’etica dello sport (concetto di “fair play”, “respect”) rivolti a ragazzi di età scolare, incontri con professionisti quali medici dello sport, nutrizionisti, preparatori atletici, arbitri di calcio, organi federali, psicologi e progetti, già avviati, che puntano alla promozione dello sport per tutti.

La società intende infatti continuare a proporre il progetto denominato “Quarta categoria” in collaborazione con la Figc ed enti di promozione sportiva per promuovere l’attività con/e per calciatori “speciali” che manifestano deficit di natura cognitiva. Nella proposta è anche ipotizzata una collaborazione con la società sportiva di calcio femminile ASD Pink Bari.

Per quanto riguarda le attività non prettamente sportive, la SSC Bari intende organizzare eventi culturali, sociali e ricreativi quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: attività benefiche, convegni, mostre, tour nello stadio e visite guidate all’impianto per gruppi organizzati, oltre all’allestimento, in uno dei locali dello Stadio San Nicola, di uno spazio che ospiterà il Museo storico fotografico dello Stadio San Nicola e i cimeli delle squadre del Bari.

Sempre nell’offerta tecnica si evidenziano il piano di manutenzione ordinaria dell’impianto, l’implementazione del sistema di videosorveglianza secondo gli ultimi standard tecnologici, attivo ventiquattro ore al giorno, e un’attenzione particolare alla raccolta differenziata.

“Per la prima volta dal lontano 1990 (epoca di realizzazione dell'impianto) abbiamo messo in campo le condizioni per una concessione pluriennale dello stadio San Nicola - spiega l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli -. Questo permette ad entrambe le parti di programmare con più solidità e lungimiranza investimenti e attività. Siamo contenti che la squadra di calcio cittadina disputerà il prossimo campionato a Bari, così come crediamo che l’idea della società di valorizzare l’impianto attraverso attività alternative alle partite di calcio sia l’avvio di un percorso che possa riqualificare lo stadio e l’intera area circostante. Dal canto nostro, l’amministrazione si sta già attivando per individuare le risorse utili alla sostituzione dei seggiolini dello stadio che avverrà entro febbraio 2020”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 18 luglio 2019 alle 14:32 :

    Tutto come previsto, un abito cucito su misura per De Laurentis. L'assessore Petruzzelli dimentica solo di dirci dove prenderà il milione di euro che il Comune di Bari si è accollato (insieme ad altre considerevoli spese) per la sostituzione dei seggiolini dei distinti. Rispondi a Franco

    Marco ha scritto il 19 luglio 2019 alle 08:00 :

    E tanto per indorare la pillola da 1 milione di euro l'assessore Petruzzelli ha lanciato un referendum tra i tifosi baresi per decidere il colore di quei sedili dello stadio. Almeno quello lo decidono loro. Bella consolazione. Rispondi a Marco