Serie D

Bari eroico, in nove uomini travolge l’Acireale

Successo 3-1 in trasferta propiziato da un autogol e dalle reti di Simeri e Langella

Calcio
Bari domenica 04 novembre 2018
di Nicola Palmiotto
Acireale-Bari 1-3
Acireale-Bari 1-3 © Ssc Bari

Un Bari eroico travolge l’Acireale 3-1 in nove uomini. Biancorossi più forti delle avversità e di un avversario che fin dai primi minuti decide di metterla sul piano della rissa. Un successo meritato, il sesto in otto partite, che significa anche mini fuga in classifica. Infatti Brienza e compagni adesso hanno cinque punti di vantaggio sulla Nocerina seconda in classifica.

Cornacchini conferma la formazione che sette giorni prima aveva strapazzato il Locri, schierando il trio Piovanello, Brienza e Floriano alle spalle di Pozzebon. Dopo un quarto d’ora i biancorossi passano a condurre con un gol nato sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Pozzebon tocca la palla, ma la deviazione decisiva che batte Biondi è di Russo. La palla del 2-0 capita poco dopo sui piedi di Floriano, che tutto solo davanti all’estremo difensore siciliano si fa deviare la propria conclusione. I biancorossi sono padroni del campo ma quando meno te lo aspetti l’Acireale pareggia. Al 31’ Leotta sorprende Nannini e Di Cesare e batte in diagonale Marfella.

Il Bari però non si abbatte e nella ripresa riprende a martellare i padroni di casa. Hamlili serve Piovanello, che colpisce il palo a portiere battuto. Cornacchini dà il via ai cambi inserendo Simeri per Floriano. Al 16’, due minuti dopo il proprio ingresso in campo, il centravanti ex Juve Stabia colpisce, deviando in rete l’assist di Brienza.

La gara però si complica maledettamente per il Bari in una manciata di minuti: al 21’ viene espulso Pozzebon per doppia ammonizione e cinque minuti dopo tocca a Mattera (rosso diretto per chiara occasione da rete), ma quest’ultimo episodio è contrastatissimo dai giocatori ospiti. Ti aspetti che gli uomini di Cornacchini possano crollare da un momento all’altro, invece spunta Langella, da poco subentrato a Piovanello, che in contropiede al 31’ fa tris con un perfetto diagonale. Il risultato non cambia nemmeno nel finale quando l’Acireale si procura un rigore (mani di Cacioli) che Madonia spedisce alto sulla traversa. La festa può dirsi completa. Domenica prossima al San Nicola arriva il Città di Messina.

Il tabellino
Acireale-Bari 1-3

Acireale (4-3-3): Biondi; Iannò, Campanaro, Gambuzza, Talotta (31’st Manfré Cataldi); Aprile (11’st Tramonte), Russo (34’st Sorbello), Savanarola; Leotta, Bellomonte, Madonia. A disposizione: Pappalardo, Chiochia, Di Pasquale, Dadone, Lentini, Grassi Bertazzi. Allenatore: Breve.

Bari (4-2-3-1): Marfella; Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini; Bolzoni, Hamlili (36’st Feola); Piovanello (23’st Langella), Brienza (30’st Cacioli), Floriano (14’st Simeri); Pozzebon. A disposizione: Maurantonio, Neglia, Bollino, Liguori, Gioria. Allenatore: Cornacchini.

Arbitro: Zanotti di Pavia (assistenti Paggioli e Pedroni).

Reti: 13’pt aut. Russo, 31’pt Leotta, 16’st Simeri, 31’st Langella.

Note: espulsi al 21’st Pozzebon (B) per somma di ammonizioni e al 26’ Mattera (B) per interruzione di chiara occasione da rete; espulso al 27’st il dirigente accompagnatore del Bari Picaro. Ammoniti Hamlili (B), Savanarola (A), Russo (A), Piovanello (B). Gambuzza (A), Nannini (B), Pozzebon (B); recupero 2’+6’.

Lascia il tuo commento
commenti