Partita in salita per i biancorossi che salvano il risultato nella ripresa

Antenucci e Cheddira ci mettono una pezza: Bari salvo col Catania

Partita ruvida con i baresi in rimonta di due gol. Distanze in vetta inalterate per il pari tra Monopoli e Avellino

Calcio
Bari domenica 23 gennaio 2022
di La Redazione
Bari e Catania a centrocampo
Bari e Catania a centrocampo © BariNrete

Bari-Catania 3-3

BARI: Frattali, Pucino (36′ st Belli), Celiento, Terranova, Mazzotta (15′ st Ricci), Mallamo, Di Gennaro (1′ st Citro), D’Errico, Botta (42′ pt Cheddira), Antenucci (c), Marras (36′ st Simeri). A disp.: Polverino, Plitko, Gigliotti, Di Cesare, Lollo, Paponi. All. M. Mignani.

CATANIA (4-3-3): Stancampiano, Provenzano, Ercolani, Biondi, Greco (32′ st Zanchi), Albertini (c), Monteagudo (32′ st Russotto), Pinto (24′ st Izco), Russini (24′ st Ropolo), Cataldi (32′ st Simonetti), Moro. A disp.: Sala, Sipos, Frisenna, Bianco. All. F. Baldini.

ARBITRO: Cascone di Nocera Inferiore.

RETI: 18′ pt (rig.) Moro; 20′ pt Antenucci; 35′ pt Greco; 12′ st Biondi; 14′ st (rig.) Antenucci; 27′ st Cheddira.

NOTE: Biglietti emessi 3.552 di cui sei ospiti e abbonati 430 per un totale di 3.982 spettatori. Rec. 3′ pt; Rec. 5′ st.

BARI – Ad un mese dall'ultima sfida col Potenza, il Bari impatta 3-3 al San Nicola contro il Catania al termine di una partita in affanno. Biancorossi costretti a recuperare con costanza, ma bravi a stringere i denti sono alla fine nonostante il quasi deserto degli spalti per l'ennesimo sciopero degli Ultras a seguito delle nuove restrizioni Covid negli stadi. In vetta alla classifica non cambia niente anche per effetto del pareggio tra le inseguitrici Avellino e Monopoli.

Primo tempo di rodaggio e sofferenza. Dopo un quarto d’ora, il Catania passa su rigore di Moro (palla a mezza altezza sulla destra di Frattali) prima atterrato in area da un inguardabile Di Gennaro.

Il Bari pareggia dopo 4′. Antenucci riceve dal limite da Botta, brucia due avversari e fa secco il portiere con la palla sotto le gambe.  Esultanza di rito mostrando la maglia numero 200, quanti i gol realizzati in carriera tra i prof.

Mentre prosegue lo show di un arbitraggio dilettantistico (tra gli ammoniti, D’Errico salterà la Paganese), Di Gennaro ne fa un'altra grossa consegnando a Greco la palla del 2-1. Marras, Antenucci e Mallamo non bastano per raddrizzare le sorti dei primi 45' che si concludono con l'uscita di scena di Botta per in infortunio al ginocchio. Viene sostituito da Cheddira.

In avvio di ripresa, Citro rileva Di Gennaro, Marras va a destra e Mallamo davanti alla difesa. La ripresa comincia col terzo gol catanese di Biondi. Al 14′ il rigore procurato da Cheddira e trasformato da Antenucci. Poco prima della mezzora, decisiva l’inzuccata dello stesso Cheddira che anticipa Stancampiano con un pallonetto. Equilibrio ristabilito.Mignani prova Simeri. Negli ultimi 10′, la rasoiata di un un soffio al lato firmata D’Errico. Finisce qui. Domenica si replica a Pagani.

 

Lascia il tuo commento
commenti