Sport

Canoa – Teresa Corsini del CC Barion campionessa italiana di fondo

Il successo è arrivato all’Idroscalo di Milano sui 5000 metri, nella canadese monoposto

Altri Sport
Bari lunedì 14 settembre 2020
di La Redazione
Gruppo CC Barion
Gruppo CC Barion © n.c.

Canottieri Barion sul tetto d'Italia agli Assoluti di canoa. Il responso è arrivato all'Idroscalo di Milano, dove, dopo i giorni dedicati ai campionati di velocità, si sono assegnati anche i titoli tricolori di fondo. E proprio in quest'ultima specialità si è imposta la 16enne Teresa Corsini, laureatasi così campionessa nazionale. La vittoria è arrivata nella gara sui 5000 metri senior domenica scorsa, all'ultimo giorno di competizioni: la canoista del circolo barese di molo San Nicola si è imposta nella canadese monoposto con il tempo di 34.369, ottenendo una affermazione di assoluto rilievo per il sodalizio del presidente Francesco Rossiello.

Un successo costruito anche nei giorni precedenti, in cui la Corsini si è cimentata nelle gare di velocità, gareggiando nel C1 anche sulla corta distanza: al suo attivo, sui 200 metri, un quinto posto fra le under 23 ed un sesto fra le senior. Sui 500, invece, la canoista del Barion ha mancato il podio di un soffio, classificandosi quarta sia fra le under 23 che fra le senior.

In gara a Milano anche altri tre canoisti, con buoni riscontri: nel K1 Mattia Santeramo, 15 anni, ha ottenuto un doppio settimo posto, sia sui 200 che sui 500 metri. Finali sfiorate, invece, per i 18enni Giacomo Mongelli e Lorenzo Moretti, nel K2 junior: al quinto piazzamento sui 500 metri, in semifinale, è seguito il quarto sui 200, a soli 40 centesimi dai terzi classificati e dalla qualificazione. Una prestazione che sarebbe loro valsa, nell'altra semifinale disputata, l'accesso alla finalissima.

In ogni caso, la sezione canoa del Circolo Canottieri Barion ha senz'altro ottimi motivi per gioire, stringendosi attorno alla neo campionessa italiana Corsini: «Un grande plauso ai miei atleti – commenta l’allenatore “scudettato” Dario Bianchini che ha seguito i ragazzi a Milano – Siamo partiti senza aspettative dopo i numerosi disagi legati all’emergenza epidemiologica, senza nessuna gara di preparazione ma con tanta voglia di confrontarci. Ebbene, il gruppo si è comportato alla grande: buone gare per tutti e una menzione doverosa per la nostra Teresa Corsini, bravissima a non mollare un colpo, arrivata stremata ma vittoriosa nella gara di fondo sui 5000 metri».

Lascia il tuo commento
commenti