Passione motori

Un week-end di "corse": al Kartodromo della Murgia il "Gran Premio di Cassano"

Sulla pista cassanese si corre la quarta tappa del CNV MotoAsi 2019 per Ohvale, Pit Bike e Motard, organizzata dal team pugliese Svalvolati on the Pit

Altri Sport
Bari sabato 13 luglio 2019
di La Redazione
Ohvale impegnati nella Selettiva SUd del CNV Moto Asi 2019
Ohvale impegnati nella Selettiva SUd del CNV Moto Asi 2019 © Svalvolati on the Pit

Si alza forte il rombo dei motori sull’asfalto bollente della pista del Kartodromo della Murgia: il 13 e 14 luglio si corre il 2^ “Gran Premio di Cassano”.

È la quarta tappa della “Selettiva Sud” del Cnv MotoAsi 2019, il Campionato Nazionale Velocità.

Per il secondo anno consecutivo tocca alla squadra sportiva dilettante “Svalvolati on the pit” di Cassano Murge organizzare il “mini-campionato” di cinque prove che, insieme alle altre “Selettive” d’Italia, compone il CNV.

L’attribuzione dell’organizzazione dei cinque Gran Premi (oltre quello di Cassano, ci sono quelli di Casaluce, Torricella, Mottola – già disputati - e quello di Battipaglia, in programma a settembre) è il riconoscimento dei passi da gigante compiuti dal team guidato dal presidente Lazzaro Andriola e dal vice Francesco Servodio con tutti i soci.

«Gli “svalvolati” - dice Andriola - nascono dalla passione per le “due ruote” di un piccolo gruppo di amici. Ma ad oggi contiamo più di 70 amici in tutta Italia, che ci seguono e partecipano nelle nostre iniziative».

«È il secondo anno – continua il presidente - che organizziamo un campionato al Sud aperto a Pit bike, Ohvale e Motard sfiorando i 120 iscritti: un numero importante, che non ci aspettavamo».

E oggi gli “Svalvolati on the pit”, in particolare, sono già il punto di riferimento nel Sud Italia per gli appassionati delle piccole ma formidabili Pit Bike. Un fenomeno iniziato negli Stati Uniti e poi sbarcato in Europa. Piccole moto utilizzate inizialmente per gli spostamenti all’interno dei paddock dei circuiti di cross, che rapidamente si sono rivelate troppo “divertenti” per restare confinate in un ambito di “servizio”, su sterrato o pista. Moto che, tra l’altro, per i costi contenuti di acquisto e di gestione, consentono, a chi ne ha voglia, di vivere a tutto tondo una vera e propria esperienza agonistica, come è quella del CNV MotoAsi.

Il prossimo week-end c’è la tappa casalinga (sabato 13 le prove libere e domenica 14, a partire fdalla mattinata, qualificazioni e gare): combattivi bikers di tutte le età (si parte dai 9 anni), provenienti anche da altre regioni, in sella alle loro moto cercheranno di conquistare i punti che spalancano le porte delle Finali di Adria, in provincia di Rovigo, che assegneranno in autunno i titoli nazionali MotoAsi nelle varie categorie.

Tra questi, in corsa per il successo di tappa, anche i piloti del team “Svalvolati”, che sulla pista cassanese vorranno fare bella figura e conquistare punti preziosi per la classifica, che già li vede nelle posizioni di vertice. Tra l’altro, il team cassanese annovera tra le sue fila il campione nazionale 2018 Gianni Spinelli e una serie di piloti che l’anno scorso hanno conquistato podi e ottimi posizionamenti: e c’è voglia di ripetersi.

«Tutto il direttivo e i soci – afferma ancora Andriola - hanno svolto un lavoro impeccabile. Era un sogno quando fantasticavamo qualche anno fa di realizzare delle gare di un certo livello nel nostro piccolo paese: con pazienza ed impegno ci siamo riusciti, è una grande soddisfazione. Ma – conclude - ciò non vuol dire che ci fermeremo qui, abbiamo in mente tanti progetti per il futuro degli Svalvolati e del nostro paese».

Lascia il tuo commento
commenti