Successi per la vela barese

Vela d'altura: un argento mondiale per Morgan IV del CC Barion

All'Orc World Championship di Sebenico, vittoria sfumata all'ultima prova nella divisione Corinthian della classe B

Altri Sport
Bari martedì 11 giugno 2019
di La Redazione
L'equipaggio del Morgan IV
L'equipaggio del Morgan IV © n.c.

Vittoria sfumata d'un soffio. In una frase fatta, la verità del Mondiale di vela d'altura: Morgan IV del Circolo Canottieri Barion si piazza al primo posto della propria divisione sino alla prova finale ma il primato svanisce all'ultima bolina, per mancanza di vento.

E' una seconda posizione che profuma di prima, quella ottenuta dalla barca dell'armatore barese Nicola de Gemmis all'Orc World Championship disputati a Sebenico, in Croazia, nella divisione Corinthian della classe B. Il successo finale è andato a un Farr 40, MP30+10 di Pierdomenico Sailing Team, ma Morgan IV ha dalla sua la consapevolezza di essere stata ancora una volta competitiva per il massimo traguardo, sino in fondo.

Ben 112 i concorrenti, provenienti da 17 nazioni divise in tre classi, a ripova delle aspirazioni di titolo di tantissimi: per l'Italia, il paese più rappresentato con 54 imbarcazioni, due affermazioni nelle classi A e B. Fra le più ambiziose, c'era naturalmente Morgan IV, che si è portato in testa alla classifica del proprio gruppo già dalla terza giornata ed ha difeso la prima posizione dopo sei regate combattutissime. Sino all'ultima decisiva prova: «Abbiamo mantenuto il ruolo di leader fino agli ultimi due lati – spiega de Gemmis – ma il vento ci ha abbandonato e non è stato possibile rimanere attaccati al diretto concorrente, una barca molto più leggera della nostra, rimasta anch'essa invelata».

Rammarico sì ma anche tanto orgoglio per l'equipaggio composto da Mario Zaetta al timone, Marco Bartoletti alla randa, Corrado Capece Minutolo alla tattica, Antonio Bizzarro navigatore, Enrico Clementi e Roberto Innamorato trailer, Fabio Affatati e Luigi Formoso a prua, Nicola de Gemmis alle drizze: «Torniamo a casa – conclude de Gemmis – con un argento meritatissimo, consapevoli di una continuità di piazzamenti che la dicono tutta sulla competitività del mezzo e del gruppo di gara». E' intanto già tempo di tornare in acqua per la Brindisi-Corfù di domenica prossima. Poi, a metà luglio, il campionato Italiano Assoluto in progrmma a Crotone.

Lascia il tuo commento
commenti