L'evento

Accogliere il 2019 con il tradizionale tuffo in mare: tutto pronto per la "Marcialonga Nicolaiana"

Si corre per la solidarietà: la Uisp promuoverà una raccolta fondi per il completamento del Villaggio dell’Accoglienza, destinato ad accogliere le famiglie dei bambini ricoverati al reparto di Oncologia pediatrica del Policlinico

Altri Sport
Bari venerdì 28 dicembre 2018
di La Redazione
Marcialonga Nicolaiana, la locandina
Marcialonga Nicolaiana, la locandina © n.c.

È stata presentata questa mattina a Palazzo di Città la Marcialonga Nicolaiana, organizzata dalla UISP, in collaborazione con CSI Bari, FIDAL Puglia, Coni Puglia, Scuola Cani Salvataggio Nautico, Associazione Bersaglieri, Road Runners, Cavalieri del Mare, ASD Liberty e Big Eye. con il patrocinio dell’assessorato comunale allo Sport.

L’evento, giunto alla 20° edizione, è un appuntamento tradizionale e beneaugurante per la nostra città.

Tutti i dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Veronica D’Auria, presidente provinciale UISP Bari, alla presenza dell’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli durante la conferenza a cui hanno partecipato anche il presidente di “Agebeo e amici di Vincenzo” Michele Farina, l’ideatore della Marcialonga Ottavio De Gregorio, l’ex presidente della UISP Elio Di Summa e i rappresentanti delle associazioni coinvolte.

Quest’anno la Marcialonga fa rima anche con solidarietà: infatti la Uisp Bari promuoverà una campagna di sensibilizzazione per raccogliere i fondi necessari al completamento del Villaggio dell’Accoglienza, destinato ad accogliere le famiglie dei bambini ricoverati al reparto di Oncologia pediatrica del Policlinico di Bari.

La struttura sorgerà su un suolo confiscato alla criminalità e assegnato dal Comune di Bari all’associazione Genitori Bambini emato-oncologici “Agebeo e amici di Vincenzo”.

L’edizione 2019 della Marcialonga è legata anche alla petizione, promossa dalla UISP Bari, di intitolazione di una strada o di uno spazio pubblico in ricordo della giornalista Fortunata Dell’Orzo e del presidente della asd Bari In Corsa, personalità che hanno contribuito nei diversi ambiti professionali alla crescita socio- culturale della città di Bari.

Desidero ringraziare - ha detto Veronica D’Auria – le associazioni che hanno reso possibile la realizzazione di questa bella iniziativa, creando tra loro una rete sul territorio: questo dimostra che il Terzo settore è lo strumento attraverso il quale le istituzioni possono arrivare ai cittadini per elevare il livello di benessere materiale e spirituale di una comunità. Quest’anno la Marcialonga, nata da una meravigliosa idea di Elio Di Summa, ha una marcia in più: un momento di solidarietà che si unisce perfettamente sia all’attività motoria che alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente: cornice dell’evento infatti è, lo ricordiamo, la città vecchia e il lungomare, dove avverrà il tradizionale tuffo in mare. Ma l’aspetto più importante è senza dubbio la solidarietà: sosterremo infatti l’ultimo miglio dell’associazione Agebeo affinché si potrà completare il Villaggio dell’Accoglienza: la Marcialonga diventa quindi, nello stesso tempo, movimento culturale e solidale”.

La Marcialonga - ha spiegato l’assessore Petruzzelli - è sempre stata un evento tradizionale per la nostra città, che ormai è entrata nel cuore degli sportivi baresi, e non solo: tutti i cittadini possono infatti festeggiare l’inizio dell’anno con il famoso tuffo in mare, sfidando le condizioni meteo, e per questo l’amministrazione ha sempre sostenuto questa divertente iniziativa. Quest’anno, poi, la Uisp e il CSI, soggetti promotori, hanno aggiunto una componente di solidarietà, che si concreta nella raccolta di firme a favore di Agebeo. L’amministrazione si impegnerà, quando sarà possibile, a dedicare uno dei nostri impianti sportivi, o altro spazio pubblico a Fortunata Dell’Orzo e Franco Granata”.

Giungere alla ventesima edizione del della Marcialonga Nicolaiana – ha concluso Ottavio De Gregorio - è per me motivo di soddisfazione. Quando ho pensato a questa iniziativa, erano anni in cui la città di Bari aveva voltato le spalle al mare, oggi devo riconoscere che molto è stato fatto soprattutto in termini strutturali per recuperare quel legame fondamentale e indissolubile”.

L’appuntamento per i partecipanti alla Marcialonga Nicolaiana è fissato martedì 1° gennaio 2019, alle ore 10.30, nella Basilica di San Nicola per la santa messa; a seguire la partenza per la spiaggia di Pane e Pomodoro dove i più temerari si tufferanno nelle acque della spiaggia cittadina per il rituale bagno a mare.

Per ulteriori informazioni 333 7110832.

Per consentire il regolare svolgimento della manifestazione sono state disposte le seguenti limitazioni al traffico:

Il giorno 1 gennaio 2019, dalle ore 11.30, relativamente al passaggio dei partecipanti, è istituito il “DIVIETO DI CIRCOLAZIONE” sul seguente percorso:

piazza San Nicola, largo Urbano II, corte del Catapano, strada Palazzo di Città, strada Fragigena, piazza Mercantile, piazza del Ferrarese, piazzale IV Novembre, lungomare A. di Crollalanza, piazza A. Diaz, lungomare N. Sauro, piazza Gramsci, lungomare Perotti, corso Trieste, spiaggia Pane e Pomodoro.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 30 dicembre 2018 alle 20:18 :

    Un tuffo in mare dopo una corsa? Qualcuno dovrebbe impedirgli per motivi di sanità invece di sponsorizzati. È una sfida irresponsabile al.corpo umano, una goliardata senza senso. Rispondi a Franco