Il riconoscimento

Il Comune premia la giovane canoista del circolo Canottieri Barion Alessandra Centrone

Riconoscimento per la 15enne atleta del circolo Canottieri Barion che ha rappresentato l’Italia nelle gare di canoa in velocità “International Canoe Sprint"

Altri Sport
Bari mercoledì 07 luglio 2021
di La Redazione
Alessandra Centrone con l'assessora Paola Romano
Alessandra Centrone con l'assessora Paola Romano © n.c.

Questa mattina l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano ha consegnato, nella sala giunta di Palazzo di Città, un riconoscimento dell’amministrazione comunale alla campionessa barese Alessandra Centrone, 15enne atleta del circolo Canottieri Barion che ha rappresentato l’Italia nelle gare di canoa in velocità “International Canoe Sprint”.

Tra i meriti della giovane canoista, figura la sua straordinaria capacità di coniugare i risultati sportivi con quelli scolastici. Alessandra Centrone, che ha già ottenuto quattro medaglie d’oro, frequenta infatti il liceo scientifico sportivo “Di Cagno Abbrescia” di Bari con un ottimo rendimento.

Alla cerimonia hanno partecipato anche il consigliere regionale componente della commissione Sport Francesco Paolicelli, il vicepreside del liceo “Di Cagno Abbrescia” Salvatore Corrado Salati e il gestore dell’istituto Fabio Sperduti.

“L’amministrazione - ha dichiarato Paola Romano - è lieta di consegnare questa medaglia a una giovane atleta che rappresenta certamente un’eccellenza del territorio. Noi riteniamo che Alessandra sia il simbolo di una generazione che è riuscita a superare un anno scolastico davvero difficile, riuscendo a frequentare le lezioni con un rendimento altissimo, grazie a una media di 8,9, e al tempo stesso rappresentare l’intera nazione conquistando ben quattro medaglie d’oro. Alessandra non si è mai arresa, ha resistito ed è riuscita a raggiungere con il proprio impegno i suoi obiettivi”.

“La mia passione per la canoa - ha spiegato Alessandra Centrone - è nata nel 2015, quando ho frequentato il campo estivo del Cus Bari, e successivamente sono passata al Barion. Il mio obiettivo è vincere le olimpiadi con la Nazionale. Il mio idolo è Benedetta Pilato, anche se pratica un altro sport. Certo, è molto difficile per me coniugare brillanti risultati sportivi con un buon rendimento scolastico, però devo dire che la mia scuola mi ha sempre sostenuto in questo mio sogno, dandomi il sostegno necessario e comprendendo ogni mia esigenza”.

Francesco Paolicelli ha osservato che “Alessandra è davvero un simbolo, è la dimostrazione che sport e scuola si possono felicemente coniugare, soprattutto perché praticare sport è fondamentale per tutti noi, per affrontare le giornate nel modo migliore e più sano, e credo che in questo periodo prestare attenzione al proprio benessere sia fondamentale per tutti”.

“Alessandra è la figlia che ogni genitore vorrebbe avere - ha detto Salvatore Corrado Salati - e noi, come scuola, la apprezziamo molto perché si è distinta per meriti scolastici pur dovendosi concentrare anche nello sport. Oggi l’umiltà e la voglia di sacrificarsi rappresentano i valori necessari per procedere con successo nella scuola, nello sport e nella vita”.

Alessandra Centrone ha partecipato, dal 2 al 4 luglio scorsi, alla gara internazionale di canoa velocità ad Auronzo di Cadore come atleta della nazionale italiana: è riuscita a vincere 4 medaglie d’oro nelle gare K4 1000 metri, K4 500 metri, K4 200 metri e K2 200 metri, categoria junior.

Ad aprile, invece, ha conquistato il titolo di campionessa italiana di fondo sui 5000 metri.

Lascia il tuo commento
commenti