Risultato amaro

Una Calzedonia incerottata strappa coi denti la vittoria al Palaflorio

La Bcc ci prova per tre set e mezzo ma si arrende sul più bello

Volley
Bari giovedì 06 dicembre 2018
di La Redazione
Aidan Zingel della Bcc Castellana
Aidan Zingel della Bcc Castellana © Bcc Castellana

Al cospetto di una formazione sicuramente di ben altro blasone seppur non in grande forma Castellana rischia di fare bottino pieno ma crolla nel quarto set non riuscendo a dare al proprio gioco la continuità della prima parte di gara.

Un calo di intensità che forse punisce un po' troppo la formazione castellanese che per tre set abbondanti aveva tenuto testa alla squadra di Grbic che con l'ingresso di Alletti per Birarelli ha trovato più solidità a muro, fondamentale che ha aiutato anche la difesa veronese nella seconda parte del match. Boyer è stato il trascinatore dei veneti (31 punti ed MVP) ben supportato da Sole'. Nella Bcc l'iniziale efficacia di Renan , Mirzajanpour e Wlodarczyk si spegne strada facendo con il solo Zingel (ex della gara) protagonista per tutto il match.

Un punto, quello guadagnato dai pugliesi che accorcia solo un pochino la classifica ma dal quale bisogna ripartire con dedizione in vista del prossimo imminente match casalingo con Monza .

LA PARTITA

Verona con lo stesso sei+uno della sfida con Padova con Marretta e Manhavi in banda, Boyer opposto a Spirito, Birarelli e Sole' centrali con De Pandis libero. Tofoli schiera ugualmente il sestetto dell'ultimo match con Scopelliti al posto di De Togni.

Le due squadre non sono al meglio per differenti ragioni e si vede nel timoroso approccio reciproco alla gara . La buona battuta tattica castellanese mette in difficoltà la fluidità di gioco ospite ed alla lunga paga.

Wlodarczyk inizia subito bene con due attacchi vincenti 4-3, Boyer contrattacca sul suo buon turno di servizio 5-7, Renan schiaccia fuori per il 5-8; ci pensa l'ex Zingel a muro a recuperare il gap con l'aussie che sarà il migliore dei suoi, 11-11. Il terzo muro nella stessa azione vale il punto 20 per la Bcc (20-19), inerzia positiva per Falaschi e soci che con giudizio si portano al set ball 24-20, chiude ancora un ottimo Zingel, 25-20.

Nonostante le evidenti difficoltà Verona non molla e tiene il secondo parziale in estremo equilibrio, 15-15; il muro di Mirza fa guadagnare un break ai pugliesi, 17-15, e Grbic manda Alletti in campo per Birarelli, alla lunga una mossa che pagherà.

La battuta di Verona è innocua in questo set che si fa teso nel finale con il punteggio sempre in bilico 23-23; proprio il muro di Alletti su Mirza regala il set ball agli scaligeri 23-24 , lo stesso iraniano di Casellana, poco lucido, sbaglia l'attacco successivo e Verona ringrazia 23-25.

Il muro castellanese continua a farsi sentire con Mirzajanpour che trova anche il primo vincente dai nove metri (sarà l'unico del match) per i suoi , 5-2; gli risponde Manhavi 5-4, ma Zingel mette in ambasce la ricezione avversaria con la sua float, 8-4. Boyer , l'unico a passare con contonuità fra gli scaligeri, prova a scuotere i suoi con la battuta, 9-8 , riallunga la Bcc 11-8. Zingel continua a dominare sotto rete ed insieme a due attacchi out Verona spingono la New Mater, 17-13.

Verona non recupera ed i padroni di casa si portano sul 2-1 (25-19).

Nel quarto set Castellana prova a sfruttare l'abbrivio 6-4, ma Verona lotta 9-9; Mirza spinge in attacco 11-10, ma Marretta ribalta 11-12. Il muro di Verona comincia a far allungare le azioni, Castellana sbanda mentalmente e gli ospiti approfittano degli errori pugliesi 13-17. Il vantaggio galvanizza gli ospiti che sfruttano la propria esperienza ed il maggior tasso tecnico. Crolla anche la ricezione della New Mater ed il tiebreak è sul piatto, 19-25.

Verona parte forte 0-3, la Bcc si illude, 4-5, ma Verona mette più grinta in campo e ri allunga 5-9; la Bcc non trova le forze per recuperare spente anche da una difesa scaligera decisamente più presente e dalla poca fiducia degli uomini di Tofoli .

La Calzedonia rimonta e torna alla vittoria (11-15) mentre la Bcc incamera un solo punticino che fa ancora piangere la classifica.
Lascia il tuo commento
commenti