La sesta edizione

BGeek, a lezione di fumetto con Tuono e Plazzi

Nella terza giornata del festival lezione sulle fasi di ideazione e pubblicazione di un fumetto.

Spettacolo
Bari martedì 13 giugno 2017
di Giovanni Boccuzzi
La seconda giornata del BGeek
La seconda giornata del BGeek © Stefano Gallo

Per la terza e ultima giornata del Bari Geek Fest, il pubblico di amanti della nona arte e aspiranti professionisti del settore delle nuvole parlanti, ha avuto modo di seguire una lezione sulle fasi di ideazione e pubblicazione di un fumetto.

È stato preso in esame Albert&me, disegnato del fumettista pisano Tuono Pettinato e curato editorialmente da Andrea Plazzi.

Albert&me è stato pubblicato sull’edizione speciale de Le Scienze, in occasione del 100mo anniversario della scoperta della teoria della relatività da parte di Albert Einstein.

«Sapevamo che si trattava di un argomento scivoloso – ha introdotto l’editor Plazzi – da esporre in maniera scientificamente provata. Così oltre a ingaggiare Tuono, ci siamo affidati alla consulenza dell’astrofisico Amedeo Balbi».

Sul proiettore scorrono le foto dei bozzetti dello storyboard iniziale, dove si vede subito che il connubio tra fumetto e scienza è stato realizzato da Tuono con il suo tratto ironico e riconoscibile.

«Per rendere comprensibile il discorso scientifico – racconta il fumettista – ho ridotto al minimo le distrazioni dell’ambiente di fondo della vignetta. Ho cercato, inoltre, di spiegare visivamente un concetto complesso come quello della teoria della relatività evitando di banalizzarlo».

Al termine dell’incontro, Tuono Pettinato ha risposto alle domande del pubblico, fornendo utili consigli a chi volesse approcciarsi alla carriera di fumettista: «Da autodidatta, consiglio di leggere i fumetti vicini al proprio stile. I miei punti di riferimento sono stati i Peanuts e Carl Barks, in grado di raccontare cose cattivissime adottando un linguaggio cartoonesco. Ho compreso che la mia passione non era più solo un hobby quando la Rizzoli mi ha chiesto di realizzare Garibaldi: resoconto veritiero delle sue valorose imprese, ad uso delle giovini menti».

La terza giornata si è conclusa con la partecipazione dell’attore napoletano Salvatore Esposito, della serie tv Gomorra, accolto da un mare di fan, e con la cover band barese le Stelle di Hokuto che ha riproposto le canzoni dei cartoon anni ’80, ’90 e 2000.

Lascia il tuo commento
commenti