20° edizione. Le foto

Grande successo dell'evento Magna Grecia Awards

La manifestazione si è tenuta nella splendida cornice del Teatro Mercadante

Spettacolo
Bari martedì 16 maggio 2017
di La Redazione
Lorella Cuccarini in conferenza stampa
Lorella Cuccarini in conferenza stampa © AltamuraLive.it

Grande successo per la 20° edizione della manifestazione “Magna Grecia Awards” che quest’anno si è tenuta, nella serata di ieri 12 maggio, nella straordinaria cornice del Teatro Mercadante di Altamura. Diciannove i premiati, artisti legati all’arte, allo spettacolo, alla letteratura, alla musica e all’impegno civile e sociale.

Madrina dell’evento, la strepitosa Lorella Cuccarini che, in occasione della conferenza stampa tenutasi due ore prima della cerimonia di premiazione, si è detta felice di essere in Altamura e ha illustrato il progetto “Trenta ore per la vita”, sostenuto dal Magna Grecia Awards, in particolar modo il progetto “Home”, “perché ogni bambino malato di cancro ha bisogno sempre di una casa, anche in ospedale, attraverso una attività di for racing”.

Quali i premiati? L’atleta paraolimpica Nicole Orlando, Maria Luisa Trussardi, il giudice antimafia Catello Maresca, il giornalista Paolo Borrometti, Franco e Andrea Antonello e Ben Mbarak.

La cantante Chiara Galiazzo ha il premio Galliope. A Nicole Orlando, il premio Exepli Gratia, il Civil Servant quest’anno è andato a Maria Luisa Trussardi, mentre Catello Maresca e Paolo Borrometi hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento Eccellenza – Franco Salvatore, dedicato a Franco Salvatore padre di Fabio, scomparso tragicamente in un incidente stradale. A Franco e Andrea Antonello è stato consegnato il premio Spes, e il riconoscimento Humanae Vitae a Ben Mbarek Humane, il mussulmano che vive grazie al cuore trapiantato di un cristiano.

Inoltre, il premio Eccellenza Remo Remotti a Maria Amelia Monti; il premio Mercadante a Paola Turci; il premio Clio a Fabrizio Frizi; il premio Calliope alla cantante Chiara.

Premiati anche gli attori Gabriella Pession, Salvatore Esposito, Diego Dminguez e i cantautori Leonardo Lamacchia e Diego Mancino. Premi consegnati anche ai giornalisti Paolo Del Debbio e Peter Gomez. Infine un premio è stato consegnato alla webstar Gordon.

L’edizione di quest’anno ha preso spunto dal famoso brano di Nek, “Questo so di Me” e ha raccontato la vita dei suoi premiati testimoni autentici del nostro tempo, dall'impegno civile alla laicità di un paese, dalle battaglie per l’integrazione, al riconoscimento di tutte le abilità nello sport, passando per la cultura, la giustizia, la solidarietà, lo spettacolo, la televisione, la recitazione, la bellezza, il bel canto e il giornalismo, esaltando le difficoltà che diventano occasioni fino ai nativi digitali.

La cerimonia di Gala è stata condotta da Fabio Salvatore, Fondatore e Presidente del premio, insieme con l'attrice Sarah Maestri e la conduttrice Mary De Gennaro. La colonna sonora è stata composta da Giorgio Capitta, figlio d'arte e giovane compositore contemporaneo. Ospiti d’onore, alcuni degli Ambassador del Magna Grecia Awards, l’attore Enrico Oetiker, il prete anti Camorra Don Aniello Manganiello, il giornalista e conduttore di Skysport24 Mario Giunta e il ballerino Pasquale Di Nuzzo.

Il Magna Grecia Awards è stato promosso e sostenuto dal Comune di Altamura, sotto l'Alto Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con il Patrocinio della Regione Puglia, della Città Metropolita di Bari, di Puglia Promozione, del Teatro Pubblico Pugliese, dell'ANCI, del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise. Partner solidale dell’evento l’Associazione “Una stanza per un sorriso onlus”.

Il Magna Grecia Awards nasce per valorizzare l’operato di uomini e donne, figli di nuove forme culturali e comunicative, contaminate dall’esaltazione e dalla fioritura di grandi intelletti segnati dagli ideali e valori della Magna Grecia, in una serie di riconoscimenti pensati e tributati in armoniche suggestioni, donate da chi ha ben saputo imprimere i percorsi storici, umani e professionali di questa “Grande Madre”, culla di cultura e di civiltà. Oggi il premio, istituito in Puglia dal fondatore Fabio Salvatore, ha una caratura nazionale e internazionale e sceglie di solcare la via dell’antichità, ponendo l’attenzione sulla forza dell’anima ed il talento di uomini che, in svariate forme, contribuiscono a migliorare i percorsi della conoscenza, del sapere, della solidarietà, segnanti l’anima

Lascia il tuo commento
commenti