Ecosostenibilità, ambiente e futuro: cambia la visione della realtà?

Risparmio e meno sprechi, i baresi sono sempre più attenti in casa

Secondo un'indagine CAWI i baresi cercano sempre più di ridurre gli sprechi e gestire in modo più efficiente i consumi in casa, soprattutto per quanto riguarda energia e acqua

Bari martedì 21 agosto 2018
di Donato De Ceglie
Sostenibilità casalinga
Sostenibilità casalinga © n.c.

La statistica è "grossa", non siamo fanatici dei numeri ma questa volta l'indagine produce una percentuale che non può essere sottovalutata. Ben l’86% dei baresi dichiara di seguire un comportamento attento alla sostenibilità ambientale all’interno delle proprie mura domestiche. Il dato emerge dalla ricerca di una compagnia assicurativa che sottolinea quanto un approccio virtuoso ed ecosostenibile verso la propria abitazione, d’altra parte, permette sia di tutelare l’ambiente, sia di ottenere un risparmio economico anche significativo.

Un barese su tre (il 34% del totale) si dice persino disposto a investire in interventi edilizi per riqualificare la propria abitazione e renderla così più efficiente. Tuttavia, per limitare gli sprechi e gestire al meglio i consumi, oltre ai veri e propri lavori di ristrutturazione si possono anche adottare piccoli accorgimenti e attenzioni nei gesti di tutti i giorni.

Meno consumi fanno bene all’ambiente e alle bollette. Il 68% degli intervistati spegne luci e dispositivi elettronici quando non è in casa o quando non è nella stanza, mentre il 64% sostituirebbe le vecchie lampadine a incandescenza con lampadine a LED, che possono durare da 8 a 10 volte in più e consumano molto meno. Il 54% preferisce acquistare elettrodomestici di classe energetica elevata, mentre il 38% ha dichiarato di fare un uso razionale del condizionatore. La sensibilità verso l’ambiente si conferma anche in tema di fonti di energia: quasi la totalità dei baresi (91%) utilizzerebbe fonti rinnovabili per le proprie abitazioni, da quella solare a quella geotermica.

L’acqua, l'oro trasparente da preservare gelosamente. il 68% degli intervistati preferisce la doccia al bagno, un altro 68% adotta accorgimenti per utilizzare l’acqua in modo razionale e il 30% ritiene utili i dispositivi frangi getto nei rubinetti. L’attenzione dei baresi si sofferma anche sul tema dell’inquinamento idrico, tanto che il 25% dichiara di preferire detersivi ecosostenibili proprio in virtù del loro minore impatto ambientale.

E proprio sulla questione acqua vi diamo 10 consigli per ridurre gli sprechi casalinghi

Installare riduttori di flusso sia ai rubinetti che alla doccia. Una spesa irrisoria di qualche euro che può tagliare i consumi di acqua del 20-30%. Dotarsi di uno sciacquone con doppio tasto per ridurre i consumi dello scarico del WC, che contano per il 30% dell’acqua complessiva consumata in ogni abitazione. Questa misura può far risparmiare fino a 26 mila litri di acqua all’anno, tagliando del 10% i consumi. Preferire la rubinetteria digitale che garantisce un elevato livello di efficienza, permettendo di modulare la temperatura e il getto dell’acqua in base alle diverse esigenze. Avviare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico per risparmiare fino a 20 mila litri di acqua all’anno. Acquistare modelli efficienti che permettono di regolare il consumo di acqua, riducendo al minimo gli sprechi.

Riutilizzare l’acqua della pasta per lavare i piatti e annaffiare le piante con l’acqua piovana o con l’acqua utilizzata per pulire frutta e verdura. Per il ferro da stiro a vapore si può invece riciclare l’acqua del climatizzatore e dei deumidificatori, priva di calcare. Riparare i rubinetti soggetti a perdite per risparmiare fino a 4 mila litri di acqua all’anno. Privilegiare le reti duali in caso di ristrutturazioni, sistemi che permettono di separare le tubature che conducono acqua potabile da quelle che trasportano acqua destinata ad altri usi. Queste ultime convoglieranno l’acqua piovana, tagliando i costi della bolletta idrica. Chi possiede una piscina può ridurre l’evaporazione dell’acqua coprendola con una coperta galleggiante. Un accorgimento che permette di risparmiare fino a 4 mila litri di acqua al mese. Per scongelare gli alimenti non utilizzare mai l’acqua corrente preferendo l’immersione dei cibi surgelati in una bacinella o lo scongelamento tramite esposizione all’aria. Per depurare naturalmente l’acqua da destinare all’irrigazione del giardino, procurarsi cannucce di palude.


Lascia il tuo commento
commenti