Verso le Regionali del 2020

Primarie centrosinistra, Palmisano: «Ambiente e lavoro al centro del mio programma»

Sala gremita per sostenere Palmisano: «Auspico che in Puglia si faccia presto una lista ambientalista e di sinistra che abbia come obiettivo il lavoro, perché l’ambiente può e deve produrre lavoro»

Politica
Bari sabato 23 novembre 2019
di La Redazione
La presentazione del programma del candidato Leonardo Palmisano
La presentazione del programma del candidato Leonardo Palmisano © n.c.

Una sala più che gremita in Officina degli Esordi, per sostenere la candidatura di Leonardo Palmisanoil candidato che potrà ricucire lo strappo ormai evidente tra Regione e ambiente”. “Auspico che in Puglia, come sta accadendo in Emilia Romagna, si faccia presto una lista ambientalista e di sinistra che abbia come obiettivo il lavoro, perché l’ambiente può e deve produrre lavoro”, ha raccontato il sociologo durante l’incontro.

Una serata cui hanno partecipato attivisti ambientali, cittadini, docenti, studenti, rappresentanti istituzionali, associativi, imprenditoriali e sindacali, condividendo idee e proposte. Da Foggia al Salento, tanti interventi per un incontro-dibattito ricco di spunti e riflessioni.A sostenere e affiancare Leonardo Palmisano, candidato alle primarie del centrosinistra con Ambiente e Lavoro Puglia, Nico Catalano, suo consulente politico: “La Puglia ha bisogno di persone credibili, vere, che abbiano la questa regione nel cuore, che mettano il cittadino al centro dell’azione e che possano coniugare lavoro e ambiente nel rispetto dei beni comuni”.

A sostenere Palmisano anche Nicola Buono, del comune di Capurso: “Sono felice di essere qui al fianco di Leonardo, un amico con cui condivido la passione della politica”, ha spiegato Buono che si è soffermato sul problema dei rifiuti: “Credo che uno dei problema che abbiamo in Puglia sia la chiusura del ciclo dei rifiuti. La verità è che in termini di agevolazioni fiscali, nonostante la raccolta differenziata sia stata avviata da tempo, non siamo riusciti a premiare i cittadini. Anzi, il costo dello smaltimento dei rifiuti è aumentato. Per questo credo che sia necessario investire sul territorio in questo senso, perché la sostenibilità ambientale è il nostro futuro. Le nostre campagne non possono essere discariche a cielo aperto. Come enti locali siamo soli, abbiamo bisogno di aiuto dai livelli superiori. La sostenibilità deve essere non solo ambientale ma anche sociale ed economica

Al fianco di Palmisano anche Corrado De Benedittis, candidato sindaco del comune di Corato: “Leonardo ed Emilano mi sembrano un po' come Davide contro Golia. Io mi schiero con Davide, come sempre ho fatto nella mia vita, e anche in questo caso scelgo di sostenere Leonardo”. De Benedittis ha poi parlato di vuoto di politico e ha espresso alcuni timori: “Quella Puglia vendoliana dove è finita? C’era tutta una Puglia dei movimenti, della lotta per i diritti civili, del pacifismo, dell’ambientalismo...dov’è finita? Dov’è finita quella stagione politica? Secondo me è viva più che mai, in noi, ma non si sente rappresentata. La parola centrosinistra non mi dice più nulla, sia a livello nazionale che locale. Lo vivo come un vuoto politico a perdere che rischia di riconsegnare la Puglia nelle mani della peggiore destra fascio-leghista”.

Ma Palmisano, da sempre attento alle tematiche sociali, ha parlato anche di accoglienza, caporalato, mafie e beni confiscati, temi al centro dei suoi libri e dei suoi studi. “La destinazione d’uso dei beni confiscati deve essere prevalentemente di carattere produttivo. E per produttivo, intendo dire “che produca lavoro”. È da qui che dobbiamo partire. E i regolamenti per l’assegnazione dei beni confiscati devono essere uguali in tutti i comuni pugliesi. Vincoliamo le amministrazioni a un regolamento uguale per tutti”. E poi ha lanciato un’importante iniziativa: una grande manifestazione in contrada Burgesi, a Ugento (Le) contro l’inquinamento. L’appuntamento è per il 23 dicembre per dire no a una delle discariche più nocive della nostra regione.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 24 novembre 2019 alle 18:02 :

    Quante chiacchiere, sono primarie farlocche si danno colpi finti come nel wrestling. Rispondi a Franco

  • Vito Fracchiolla ha scritto il 24 novembre 2019 alle 16:26 :

    Voglio ricordare al Signor Palmisano , che quando si auspicano promesse bisogna mantenerle !!!!! Oggi l'ambiente della Città di Bari e un a fogna a cielo aperto . Bisognerebbe partire con le infrastrutture per risanare l'ambiente. Oggi Bari in tantissimi punti cruciali della città e periferia sono impraticabili dovuta alla pioggia continua, nei pressi della chiesa Russa ci sono attraversamenti stradali ALLAGATISSIMI in quanto NON FUNZIONANO i pozzetti raccolta acqua bianca, sono otturati fino al colmo perché non vengono ne puliti e tanto meno controllati da chi di dovere. Senza poi parlare delle così dette postazioni della raccolta differenziata che sono una V E R G O G N A . Mi fermo qui.........spero che questo mio commento raggiunga Palmisano . E se vuole ...può contattarmi !!!! Rispondi a Vito Fracchiolla

    Maria P. ha scritto il 24 novembre 2019 alle 20:48 :

    Hai dimenticato le cacche dei cani, è un classico nelle lamentele. Rispondi a Maria P.