Nuova giunta comunale

Ecco la nuova squadra di Decaro: «Una squadra di governo al servizio della comunità»

All'ex Caserma Rossani il primo cittadino ha presentato la squadra di assessori che collaborerà con lui in questo nuovo mandato

Politica
Bari venerdì 28 giugno 2019
di La Redazione
Il sindaco di Bari Antonio Decaro presenta la giunta comunale
Il sindaco di Bari Antonio Decaro presenta la giunta comunale © n.c.

Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha presentato questa mattina all'ex caserma Rossani la squadra degli assessori che comporranno la giunta comunale.

La vera novità è il rettore del Politecnico Di Sciascio nominato Vicesindaco: è in uscita, infatti proprio oggi ci saranno le nuove elezioni per il suo successore.

Abbiamo voluto essere qui - ha dichiarato il sindaco Decaro - in uno degli edifici della ex Caserma Rossani, un grande vuoto urbano che in questi cinque anni, insieme ai cittadini, abbiamo scelto di riempire e vivere. Qui abbiamo abbattuto il primo muro per veder sorgere l’Urban Center, il luogo della partecipazione dei cittadini dove decidere il futuro di Bari; qui è nato parco Gargasole, una delle esperienze di cui siamo più orgogliosi in questa città, e qui sorgeranno un grande parco urbano e la più grande public library del Mezzogiorno. Siamo qui perché non vogliamo lasciare le cose a metà e, anzi, abbiamo tutta l’intenzione di lavorare nei prossimi cinque anni per portare a termine ciò che abbiamo cominciato.

Cinque anni fa ho fatto una scelta: quella di iniziare un nuovo percorso di crescita insieme alla mia città. Allora come compagni di viaggio scelsi dieci persone, in gran parte sconosciute ai più ma che, ognuna a suo modo, condivideva la stessa voglia di crescere con questa città.

La conferma degli assessori uscenti dimostra il valore di quella scelta, anche alla luce del giudizio positivo ottenuto in questa tornata elettorale. Di fatto, la giunta che presento oggi è in continuità con il primo mandato: ci sono molti assessori che hanno fatto parte della prima squadra. A tal proposito, permettetemi di ringraziare gli assessori uscenti che hanno voluto tornare ad occuparsi della loro attività professionale: mi riferisco a Carla Tedesco, Silvio Maselli e Angelo Tomasicchio.

Sei assessori non hanno bisogno di presentazioni perché li conoscete già. Sono tre, invece, i nuovi innesti, persone che comunque conoscete: Vito Lacoppola, mio delegato alla Città metropolitana alla Pubblica istruzione che ha seguito attività complesse, come l’edilizia scolastica, con ottimi risultati nonostante i pochi finanziamenti, Ines Pierucci, coordinatrice dei Presidi del Libro, nota operatrice culturale che vanta diverse esperienze professionali nel settore, ed Eugenio Di Sciascio, rettore uscente del Politecnico di Bari che si presenta alla politica per la prima volta e al quale, già qualche tempo fa, avevo chiesto di mettere a disposizione della città le sue competenze.

Com’è evidente, rispetto ai dieci assessori previsti ne manca uno perché ho deciso di mantenere temporaneamente la delega all’Urbanistica per potermi occupare personalmente dell’indirizzo politico dell’ultimo miglio da percorrere prima dell’approvazione definitiva del Pug. La città vive un momento di fermento e c’è, inoltre, da affrontare l’attività di Costasud che dovrà tenere insieme il privato con il pubblico, intervenendo per la riqualificazione di aree pubbliche, in verità poche, e numerose aree private. È una delega che conto di tenere solo per pochi mesi, come è accaduto per il Bilancio la scorsa volta. Credo che, quando un sindaco si occupa direttamente di alcune materie, riesca a dare un’impronta più politica a quelle deleghe aprendo la strada al lavoro del futuro assessore al ramo.

Dunque oggi, a una settimana dalla mia proclamazione, vi presento la nuova giunta: a chi mi ha rimproverato di essere in ritardo rispondo che, pur avendo già in mente i nomi, in questi giorni, com’è giusto che sia, ho incontrato partiti, rappresentanti della coalizione, singoli consiglieri per spiegare le ragioni delle mie scelte. Credo di aver composto una squadra di governo che possa realmente mettersi al servizio della comunità e non una giunta legata alla mia carriera politica o frutto delle pur legittime aspirazioni di singole personalità. Con queste nomine sono certo di aver trovato il giusto equilibrio tra esperienza, la determinazione dei più giovani e differenti sensibilità politiche che mi hanno accompagnato in questi anni da sindaco”.

La giunta comunale sarà così composta:

Eugenio Di Sciascio

vicesindaco - assessore alla trasformazione digitale e alle reti e servizi civici

(Innovazione tecnologica, sistemi informativi e tlc, Servizi demografici, elettorali e statistici, Affari generali e istituzionali, Area di sviluppo industriale, Zone economiche speciali, Politiche attive del lavoro)

Pietro Petruzzelli

assessore alla qualità della vita

(Ambiente, Sanità, Igiene, Sport)

Francesca Bottalico

assessora alla città solidale e inclusiva

(Servizi alla persona, Inclusione sociale e contrasto alla povertà, Accoglienza e integrazione)

Carla Palone

assessora alla città produttiva e al mare

(Sviluppo economico, MAAB, MOI, Fiera del Levante, Demanio marittimo)

Giuseppe Galasso

assessore alle infrastrutture, opere pubbliche, mobilità sostenibile e accessibilità

(Infrastrutture, Viabilità, Urbanizzazioni, Verde pubblico)

Alessandro D’Adamo

assessore alle risorse finanziarie

(Tributi, Bilancio e Ragioneria generale)

Ines Pierucci

assessora alle politiche culturali e turistiche

(Culture, Marketing territoriale e Turismo)

Paola Romano

assessora alla politiche educative, giovanili e alla città universitaria

(Politiche giovanili, Pubblica istruzione, università e ricerca)

Vito Lacoppola

assessore alla città dei diritti, della partecipazione, della trasparenza e della legalità

(Decentramento, Rapporti con il consiglio comunale, Gestione beni confiscati, Patrimonio, Emergenza abitativa, Edilizia residenziale pubblica, Stazione unica appaltante).

Rimangono in capo al sindaco Antonio Decaro le seguenti deleghe:

Polizia locale, Protezione civile, Società partecipate, Fondi europei, Avvocatura, Urbanistica, edilizia privata e gestione del territorio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 29 giugno 2019 alle 16:41 :

    Questa volta però Decaro e i suoi assessori non hanno indossato il casco giallo da cantiere, come avvenne in via Argiro alle scorse elezioni. Eppure stavolta, visti i lavori in corso al cantiere Rossani sarebbe stato anche più utile di allora, forse addirittura obbligatorio. C'era una bella squadra di tre valenti ingegneri, avrebbero dovuto saperlo. Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 28 giugno 2019 alle 12:42 :

    Decaro, senza offesa per il Rettore del Politecnico, ha tirato fuori il coniglio dal cappello: non ha cambiato praticamente nulla della vecchia Giunta (tranne Lacoppola) ma nominando Di Sciascio vicesindaco si è dato una nuova veste. Un po' Gattopardo. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 28 giugno 2019 alle 12:37 :

    Decaro asso pigliatutto, ha trattenuto per sé le deleghe più pesanti, edilizia compresa, con la scusa di dare un "orientamento politico" alle scelte. E inoltre, scegliendo un vicesindaco tecnico, si è garantito un ruolo esclusivamente tecnico di quella carica. Una furbata, anzi diverse. Rispondi a Franco