Il fatto

Controlli dei Carabinieri nelle strade e nelle piazze di Bari: in cella cinque persone

Due pusher arrestati in Piazza Umberto e tre pregiudicati arrestati per evasione ed inosservanza delle prescrizioni imposte

Politica
Bari giovedì 13 giugno 2019
di La Redazione
Controlli dei Carabinieri nelle strade e nelle piazze di Bari
Controlli dei Carabinieri nelle strade e nelle piazze di Bari © n.c.

Continua l’attività di controllo del territorio posta in essere dal Nucleo Radiomobile di Bari nelle strade e piazze cittadine. Proprio in tale contesto, in questi ultimi gironi, i militari del suddetto Nucleo, hanno proceduto all’arresto di:

- K.L. 20enne ed M.O. 19enne, entrambi del Gambia, regolari sul territorio nazionale, sorpresi, in questa piazza Aldo Moro, mentre cedevano una bustina contenente “marijuana”, del peso di un grammo, ad un 22enne del luogo.

Alla vista dei militari, avvicinatisi per sottoporli ad un controllo, i due pusher si davano a repentina fuga nelle vie adiacenti. Ne è nato un concitato inseguimento a piedi, durante il quale ad entrambi gli stranieri veniva più volte intimato di fermarsi, senza esito. Solo in questo Largo Sorrentino venivano bloccati. Nella circostanza i due giovani, in forte stato di agitazione, nel tentativo di sottrarsi al controllo, opponevano resistenza ai militari operanti, scalciando e dimenandosi, nonché minacciandoli ed oltraggiandoli. una volta bloccati. Nel corso della conseguente perquisizione personale, venivano trovati in possesso, rispettivamente di quattro e due dosi di marijuana, pronte per lo spaccio, per un peso complessivo di circa 15 grammi. La droga veniva sottoposta a sequestro. Su disposizione della competente A.G. i due sono stati ristretti presso la Casa Circondariale di Bari, in attesa di giudizio, mentre il giovane acquirente è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore;

- Q.M. 46enne del quartiere Carbonara, per evasione, in quanto sorpreso fuori dalla propria abitazione mentre era sottoposto agli arresti domiciliari;

- I.E. 40enne di origine albanese, del quartiere Carbonara, già sottoposto all’obbligo di dimora, in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla competente A.G., che disponeva la sottoposizione agli arresti domiciliari a seguito di reiterate violazioni alle prescrizioni imposte;

- D.V.A., 23enne del quartiere Libertà, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, sorpreso fuori dalla propria abitazione alle ore 03.30, in violazione alle prescrizioni imposte. Lo stesso, su disposizione della competente A.G., veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 13 giugno 2019 alle 14:54 :

    Purtroppo questo dimostra che per certa gente la misura degli arresti domiciliari è una barzelletta. Rispondi a Franco