L'intervento

«Il waterfront di San Girolamo resta una brutta incompiuta»

A dirlo è Irma Melini, consigliere comunale di Bari e candidata sindaco alle Amministrative 2019

Politica
Bari mercoledì 23 gennaio 2019
di La Redazione
Irma Melini
Irma Melini © n.c.

«Il waterfront di San Girolamo resta un’opera incompiuta. È questa la triste verità che Decaro dovrebbe raccontare ai baresi che oggi avrebbero dovuto assistere alla consegna dei lavori e che invece aspettano ancora di vedere completato il “lungomare più bello dell’Adriatico”, rimasto un cantiere a cielo aperto».

Così Irma Melini, consigliere comunale di Bari e candidata sindaco alle Amministrative 2019 sul waterfront di San Girolamo.

«Oltre 11 milioni di euro spesi per i lavori il cui risultato finale è più che discutibile e che sta provocando più disagi che benefici all’intero quartiere, dai residenti ai commercianti. Errori di progettazione, ritardi accumulati, date di consegna mai rispettate e un’attesa infinita per vedere oggi che cosa?

Il lungomare che lascia questa Amministrazione è un lungomare dove la prima spiaggia, inaugurata due anni fa dal sindaco, oggi non esiste più, dove le barriere frangiflutti non assolvono alla loro funzione e le correnti marine distruggono quanto appena realizzato, dove il verde è inesistente e i pochi alberelli piantati sono inadeguati, piegati dal maestrale e nemmeno messi in sicurezza, e dove la zona destinata ai bagni pubblici, oggi assenti, è diventata un’area di degrado. Senza tener conto dell’ecomostro di cemento che campeggia sullo sfondo e che toglie dignità al quartiere.

A questo si aggiunga che la viabilità di San Girolamo è completamente compromessa proprio per l’incapacità di questa Amministrazione di programmare prima l’allargamento di strada San Girolamo, che è arteria principale, e di realizzare i marciapiedi, che per il 90 per cento sono inesistenti, e quindi di mettere in sicurezza i pedoni, e poi di fare il lungomare seppur con dei lavori infiniti.

Può essere questa un’opera pubblica? Chi pagherà tutto ciò se non ancora i baresi? Quello che manca a chi ci amministra oggi - conclude la Melini - è l’amore per la nostra terra, la cura nel migliorare i luoghi in cui viviamo per far sì che siano rispettati. Non ci meritiamo tutto ciò, ecco perché bisogna cambiare questa Amministrazione per affidarsi, invece, a chi Bari la ama davvero».

Lascia il tuo commento
commenti