La nota

Scagliusi (M5S): «Oltre 440mila euro dal Bonus Centro Storico per 258 attività»

«Si tratta di un aiuto concreto – dichiara il deputato pugliese - per calmierare la crisi generata dalla pandemia Covid-19 che ha colpito, in particolar modo, i grandi distretti turistici italiani»

Politica
Bari sabato 23 gennaio 2021
di La Redazione
Emanuele Scagliusi
Emanuele Scagliusi © Gruppo Camera Movimento 5 Stelle

«Oltre 440mila euro dal Bonus Centro Storico per 258 attività».

Ad annunciarlo il deputato pugliese Emanuele Scagliusi del Movimento 5 Stelle.

«Il Bonus Centro Storico è stato varato dal Governo Conte e fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle nel Dl Agosto. Un provvedimento per quei capoluoghi di provincia che hanno registrato presenza di turisti stranieri in misura tre volte superiore ai residenti e per le Città Metropolitane che hanno registrato presenza di turisti stranieri in misura almeno pari ai residenti. È il caso di Bari, dove il rapporto è di 1,3.

“Per 258 attività che hanno presentato domanda e che rispettano i requisiti previsti dal Dl Agosto – dichiara il deputato pugliese Emanuele Scagliusi (M5S) – sono stati erogati dal Governo Conte oltre 440mila euro. Un sostegno che si va a sommare alle altre misure previste nei vari Dl Ristori pari a 455,86 milioni di euro per 176.699 attività in Puglia. Si tratta di un aiuto concreto per calmierare la crisi generata dalla pandemia Covid-19 che ha colpito, in particolar modo, i grandi distretti turistici italiani”.

Tra le attività che più hanno beneficiato dei contributi a fondo perduto dei decreti Rilancio, Ristori e Natale troviamo le attività di ristorazione (oltre 2,5 miliardi di euro); il commercio al dettaglio (1,4 miliardi di euro); il commercio all’ingrosso (756 milioni di euro); l’alloggio con oltre 500 milioni di euro; le altre attività di servizi per la persona (314 milioni); il trasporto terrestre e mediante condotte (212 mln); le attività sportive, di intrattenimento e di divertimento (216 mln) e poi, infine, le attività professionali, scientifiche e tecniche, quelle creative, artistiche e di intrattenimento, le agenzie di viaggio, i tour operator e i servizi di prenotazione».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 24 gennaio 2021 alle 17:20 :

    Certo che ci vuole una bella faccia tosta a dare contributi-elemosina dopo che si è distrutto un intero comparto. Rispondi a Franco