L'esposizione

Le “Architetture” di Barata e Dias

Apre oggi nel Palazzo della Città metropolitana la mostra dedicata ai due architetti. Fino al 19

Cultura
Bari sabato 10 novembre 2018
di La Redazione
Francisco Barata e Adalberto Dias
Francisco Barata e Adalberto Dias © n.c.

Sarà inaugurata oggi, alle 10, nella Sala del Colonnato della Città metropolitana di Bari la mostra Architetture.

L’esposizione sarà visitabile sino al 19 novembre. È dedicata alle opere, studi, immagini, modelli e fotografie degli architetti portoghesi Francisco Barata e Adalberto Dias, protagonisti del dibattito internazionale sui temi della conservazione del patrimonio e della trasformazione urbana.

L'esposizione è realizzata dal Dipartimento di Architettura di Cesena, e è a cura di Antonio Esposito, Andrea Ugolini, Elena Mucelli, Jacopo Gaspari e Saverio Fera. L’iniziativa è promossa da Inarch Puglia e Alma Mater Studiorum Università di Bologna - Dipartimento di Architettura con il patrocino di Comune e Città metropolitana di Bari, Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Bari, Ordine degli Ingegneri della provincia di Bari, Politecnico di Bari e Ance Bari – Bat.

All’inaugurazione della mostra interverranno il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, il presidente Ance Bari e Bat, Beppe Fragasso, il consigliere metropolitano Vito Lacoppola, Francesco Maggiore della Casa dell’Architettura e del Design di InArch Puglia, Antonio Esposito del Dipartimento di Architettura di Cesena e gli architetti Adalberto Dias e Manuel Barata, figlio di Francisco deceduto lo scorso agosto.

Gli architetti
Adalberto da Rocha Gonçalves Dias (Porto, 1953) è professore di progettazione architettonica presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Porto, ha ottenuto nel 2015 dall’“Instituto de Cidades e Vilas com Mobilidade” il Premio Progetto Urbano – Riqualificazione per il progetto del lo spazio pubblico del Rossio do Marquês de Pombal e Largos Adjacentes a Estremoz.

Francisco José Barata Fernandes (Porto, 1950 - 2018) è stato professore di Progettazione architettonica presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Porto di cui è stata presidente del Consiglio Scientifico. È stato coordinatore degli studi che hanno portato al riconoscimento della regione vinicola dell’Alto Douro come patrimonio Unesco nel 2001.

Lascia il tuo commento
commenti