Nuove generazioni

San Paolo, una radio per raccontare il quartiere attraverso la voce dei giovani

Associazione Arorua e Generazione San Paolo hanno vinto il bando “ANGinRadio - più di prima”, promosso dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, per facilitare la nascita di antenne radiofoniche nei borghi cittadini di tutta Italia

Cultura
Bari giovedì 14 gennaio 2021
di La Redazione
San Paolo, una radio per raccontare il quartiere attraverso la voce dei giovani
San Paolo, una radio per raccontare il quartiere attraverso la voce dei giovani © n.c.

Si chiama “ANGinRadio - più di prima” il bando promosso dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e vinto dall’Associazione Arorua e da Generazione San Paolo.

Un bando per facilitare la nascita di antenne radiofoniche nei borghi cittadini di tutta Italia.

«Vogliamo dar vita alla prima web radio di Quartiere, e diventare un esempio positivo per tutti» sono le parole condivise dai giovani di Generazione San Paolo che, da attivisti del Quartiere San Paolo, organizzano incontri, clean-up, eventi sportivi, catene di solidarietà ed eventi di innovazione sociale nel proprio territorio. Favorire l'inclusione giovanile con minori opportunità, valorizzare il territorio e far maturare nuove competenze digitali e radiofoniche sono gli obiettivi principali del progetto radiofonico.

Attraverso la radio sarà possibile stimolare creatività e curiosità a favore dello scambio generazionale e dell’interscambio culturale con gli altri giovani del Quartiere e anche dell’Unione Europea. “Ang in Radio – più di prima” è, infatti, un bando lanciato a inizi della scorsa estate dall'Agenzia Nazionale per i Giovani grazie ai fondi del Dipartimento per la Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea. La giovane redazione di quartiere produrrà entro il prossimo 15 febbraio i primi 30 podcast di cui 10 dedicati proprio a tematiche europee come Erasmus +, Corpo Europeo di Solidarietà ed EuroPeers.

«Interviste, rubriche e approfondimenti spiega Guerino Amoruso presidente Arorua sono attualmente diffusi sulle pagine social dedicate al progetto, aspettando la costruzione di un portale web definitivo e attivo 24h su 24 che sia lo spazio dove poter dare voce ai giovani e alle attività di Quartiere. E dove poter ospitare, in futuro, nuovi contenuti radiofonici in collaborazione con enti del terzo settore, scuole e parrocchie».

Il progetto è iniziato lo scorso ottobre e ha previsto anche laboratori di formazione teorica, pratica e tecnica rivolti ai componenti della giovane redazione radiofonica. Attraverso i laboratori i giovani hanno maturato competenze sulla comunicazione di massa, sulla storia del giornalismo e anche su come si struttura un podcast e come lo si può promuovere adeguatamente sul web.

Attraverso contenuti radiofonici le giovani e i giovani del Quartiere San Paolo racconteranno la storia del proprio quartiere. Lo faranno con la propria voce, in forma indipendente, con l’obiettivo di dare luce alle “gemme” del territorio, alle associazioni, alle realtà parrocchiali, alle attività commerciali. In una sola parola: alle persone che abitano e vivono quotidianamente il Quartiere.

Il progetto nasce dall’impulso di Stefano Franco, consigliere di Municipio, che ha invitato le giovani associazioni a presentare la candidatura al bando. «Si tratta di un progetto di ampia prospettiva. Da sempre la radio è uno strumento fondamentale per veicolare messaggi importanti, dove poter far politica attiva e avviare azioni di sensibilizzazione. In questo modo, a partire dai giovani, sarà possibile costruire un’immagine del Quartiere San Paolo differente rispetto agli stereotipi del passato, che dipingevano il Quartiere come terra di nessuno, come zona periferica distante dalle politiche attive del contesto cittadino» spiega il consigliere. «Attraverso il progetto radiofonico i giovani del Quartiere San Paolo avranno uno spazio dove potersi raccontare, condividere le loro speranza, i loro sogni, le loro difficoltà. E porre così i presupposti per costruire insieme un futuro e un quartiere migliore» conclude il Consigliere.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria loconsole ha scritto il 15 gennaio 2021 alle 15:35 :

    Finalmente diamo voce al san paolo e i suoi abitanti Rispondi a Maria loconsole