Il fatto

Marijuana nello zaino: Polizia ferma pusher nella stazione Bari centrale

La Polizia di Stato di Bari questa mattina ha denunciato una ventenne, con precedenti di polizia, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ha salvato un riccio di terra

Cronaca
Bari venerdì 03 luglio 2020
di La Redazione
Agenti della Polizia con il cane poliziotto Zlatan
Agenti della Polizia con il cane poliziotto Zlatan © n.c.

La Polizia di Stato di Bari questa mattina ha denunciato una ventenne pugliese, con precedenti di polizia, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ha salvato un riccio di terra.

I poliziotti della Polizia Ferroviaria di Bari, unitamente agli agenti del Team Cinofili Antidroga dell’UPGSP della Questura hanno fermato una ragazza che, nel sottopasso pedonale, alla vista dei poliziotti, ha cercato di allontanarsi velocemente. Gli agenti, allertati dal cane antidroga, durante il controllo hanno rinvenuto nello zaino 15 dosi di marijuana pronte per la vendita.

Più tardi, i cinofili antidroga, durante l’attività di controllo straordinario dello scalo ferroviario di Bari Centrale, sono stati attratti dai segnali di ZATLAN, pastore tedesco antidroga, che aveva puntato un carrello semovente, utilizzato dai ferrovieri per gli spostamenti in stazione. Questa volta non è stato l’odore di sostanza stupefacente a catalizzare l’attenzione di ZATLAN, ma quello di un piccolo riccio, che si era incastrato sotto il passaruota.L’animale, razza protetta, dopo essere stato messo al sicuro dagli agenti è stato affidato al Settore Faunistico del Centro Recupero Animali Selvatici della Regione Puglia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 03 luglio 2020 alle 18:02 :

    I cani antidroga dovrebbero essere impiegati anche nella movida barese sul lungomare Rispondi a Franco