Il fatto

Si allontana dalla casa di cura, donna rintracciata dalla Polizia Ferroviaria a Bari

La ragazza si era allontanata da una comunità terapeutica, dove era ricoverata per patologie psichiche

Cronaca
Bari mercoledì 03 giugno 2020
di La Redazione
Operazione Stazioni Sicure della Polizia Ferroviaria
Operazione Stazioni Sicure della Polizia Ferroviaria © Polizia Ferroviaria

Nel pomeriggio di sabato, il Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria di Bari è stato allertato dalla telefonata di una signora, che segnalava l’allontanamento della sorella da una comunità terapeutica, dove era ricoverata per patologie psichiche. La donna riferiva che sicuramente sua sorella avrebbe tentato di raggiungere il capoluogo barese servendosi del treno.

Gli agenti, acquisita la descrizione della ragazza, hanno setacciato le stazioni del capoluogo, riuscendo ad individuarla nel giro di poco tempo, mentre vagava pericolosamente sul marciapiede di uno dei binari delle Ferrovie Appulo Lucane. Avvicinata con cautela, in modo da non crearle ulteriori disagi, la giovane è stata rassicurata dagli agenti e accompagnata negli uffici, dove è stata riaffidata ai responsabili del struttura di accoglienza nel frattempo giunti sul posto. Tuttavia, all’atto di lasciare gli uffici, la donna si è rifiutata di seguire gli operatori della comunità, rendendo necessario l’intervento del 118.

Quest’ultimo episodio, rientra in uno dei tanti casi problematici che gli agenti della Polizia Ferroviaria non di rado si trovano ad affrontare, dal momento che persone con problemi comportamentali o psichici, si allontanano dalle famiglie o da case di cura, raggiungendo spesso treni e stazioni, nei loro propositi di fuga. In tali frangenti è importante avvicinare coloro che sono in difficoltà, nei modi giusti, tranquillizzandole, al fine di evitare gesti inconsulti.

Per meglio gestire questi casi, il Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise, nel 2018, ha ideato il progetto “S.O.S. disagio psichico”, selezionato dal Ministero dell’Interno come buona pressi nazionale, con lo scopo di rassicurare e mettere in sicurezza le persone in tali difficoltà, coinvolgendo gli enti preposti, cercando anche di evitare la reiterazione delle fughe stesse, che comunque pongono i soggetti in situazione di pericolo.

Lascia il tuo commento
commenti