Il fatto

Rissa tra studenti in piazza Risorgimento: 2 feriti e 21 giovani a rischio denuncia

La lite pare sia nata per futili motivi. I due giovani feriti con varie coltellate

Cronaca
Bari mercoledì 27 maggio 2020
di La Redazione
Auto della Polizia
Auto della Polizia © n. c.

Nella serata di ieri nel Quartiere Libertà, in Piazza Risorgimento, i poliziotti della Squadra Volanti della Questura di Bari e della Squadra Mobile, sono intervenuti su segnalazione al 113 per una rissa tra avvenuta tra numerosi giovani.

Dopo aver effettuato un immediato controllo sul posto segnalato, gli agenti hanno setacciato la zona fino a rintracciare in Piazza Garibaldi un 18enne, incensurato, ferito da 7 coltellate alla schiena in punti non vitali, attivando immediatamente i protocolli di emergenza per le prime cure del caso, ricevute poco dopo presso il Policlinico.

Nel frattempo altri equipaggi della Polizia hanno intercettato e fermato un folto gruppo di ragazzini assembrati nelle vicinanze, uno dei quali, minorenne, incensurato, anch’egli ferito da arma da taglio alla schiena, riscontrando evidenti segnali della rissa appena avvenuta, sia per le evidenti escoriazioni sul corpo di alcuni di essi, sia per il possesso di alcuni oggetti atti ad offendere, tra cui un coltello ed una mazza da ‘baseball’.

Il minore veniva trasportato per le cure del caso, la ferita non era grave ma poiché risultato febbricitante veniva sottoposto a tampone per Covid 19 e restava in osservazione.

I poliziotti nell’immediatezza dei fatti hanno accertato che i ragazzi coinvolti nella rissa erano 21, tutti minorenni accompagnati presso la Polizia Scientifica per i rilievi del caso.

La lite, che pare sia nata per futili motivi, ha coinvolto due gruppi di giovani studenti, tutti minorenni tranne il 18enne ferito.

La loro posizione al momento è al vaglio degli investigatori e i 21 saranno deferiti per rissa all’Autorità Giudiziaria. Ancora in corso le attività di indagine.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 27 maggio 2020 alle 11:55 :

    Restiamo in attesa di conoscere quali saranno i provvedimenti efficaci, non solo le denunce, verso questi "minorenni" capaci di gesti gravissimi. Poteva scapparci il morto, sarebbe grave sottovalutare o derubricare a ragazzata. Rispondi a Maria P.