Il provvedimento

Coronavirus, Tribunale Bari: udienze a porte chiuse e distanza di due metri tra le persone in aula

Avviso nel Palagiustizia: chi viene da 'zone rosse' lo dichiari

Cronaca
Bari martedì 25 febbraio 2020
di La Redazione
Il palazzo Ex Telecom
Il palazzo Ex Telecom © n.c.

Udienze a porte chiuse e distanza di almeno due metri tra le persone in aula: sono le 'misure precauzionali' del Tribunale di Bari per le udienze preliminari e i processi con rito abbreviato, nell'ambito delle "disposizioni urgenti in materia di prevenzione 'Covid-19' impartite dal presidente della Regione Puglia".

L'avviso, a firma della presidente della sezione Gip-Gup, Rosa Anna Depalo, è affisso nel Palagiustizia di via Dioguardi: prevede "la chiamata in camera di consiglio e a porte chiuse di ogni singola causa, secondo l'ordine del ruolo affisso all'esterno dell'aula di udienza", che "gli avvocati, le parti, eventuali testimoni presenti che siano residenti o dimoranti nelle cosiddette 'zone rosse' (nei Comuni Codogno, Castiglione d'Adda, Castelgerundo e Sanfiorano in provincia di Lodi e nel Comune di Vo' in provincia di Padova) o siano stati in contatto con residenti o dimoranti in dette zone dovranno, al momento della chiamata della causa e in forma riservata, dichiararlo all'autorità giudiziaria".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 26 febbraio 2020 alle 09:42 :

    Provvedimento solo apparentemente efficace, in aula di entra 2 alla volta e vi si deve tenere a 2 metri dal Giudice ma poi nel corridoio fuori la porta dell'aula ci sono 300 persone assembrate alle quali nessuno dice nulla. In questi casi il rinvio sarebbe stato il provvedimento "naturale". Rispondi a Franco