Il fatto

Tenta una rapina all'interno di un take-away: 19enne fermato dalla Polizia

In manetta anche un uomo che nonostante un provvedimento di allontanamento, tentava con violenze e minacce di rientrar nel nucleo familiare. Bloccati dalla Polizia anche due ladri di biciclette

Cronaca
Bari giovedì 14 novembre 2019
di La Redazione
generico polizia
generico polizia © n.c.

La Polizia di Stato in Piazza Moro nei pressi della stazione Centrale, ha arrestato KHAIRI Chashroudi, tunisino 19enne, per il reato di rapina aggravata e lesioni aggravate, in concorso con atri due soggetti.

La volante di zona è stata avvicinata dalla vittima, un 35enne originario del Marocco, che nella circostanza riferiva di essere stato vittima di una rapina. Il 35enne, mentre era all’interno dell’esercizio Take Away (distributore automatico di bevande), era stato raggiunto da un giovane, che prima gli sottraeva con la forza le bevande appena acquistate e poi con l’aiuto di altri due complici, minacciandolo con un coltello, gli chiedeva di consegnarli il denaro di cui era in possesso; al rifiuto della vittima l’arrestato lo feriva agli arti inferiori e al collo, servendosi di un coltello svizzero, per poi allontanarsi unitamente ai suoi complici. Raccolte le descrizioni del reo, la volante riusciva tempestivamente ad individuare il reo, che veniva quindi fermato e accompagnato in Questura.

In via Crisanzio 53, su segnalazione giunta al 113, la volante interveniva per tre persone sospette, che, al fine di introdursi in uno stabile, si erano spacciati al citofono per inquilini del condominio e si erano impossessati di una bicicletta di colore bianco, parcheggiata dal proprietario nell’androne dello stabile indicato.

I poliziotti della Volante, tempestivamente giunti sul luogo, hanno individuato due dei tre giovani segnalati, che, con la bicicletta asportata, si allontanavano dal posto in direzione di via Crisanzio, procedendo contromano. I poliziotti, dopo averli raggiunti, perquisivano e poi identificavano i due, un 29enne libico che era in sella alla bicicletta di colore bianco ed il complice, un 37enne tunisino.

Dagli accertamenti esperiti è risultato che il primo era stato già colpito dal decreto di espulsione e che era inottemperante all’ordine di espulsione del Questore di Bari datato 12.04.2019.

I due fermati sono stati quindi deferiti in stato di libertà alla compente A.G. per il reato di furto aggravato.

Personale dell’UPSP ha inoltre eseguito un ordinanza di aggravamento di misura cautelare, nei confronti di un 36enne barese, già sottoposto ad un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare, che, secondo quanto denunciato dalla vittima, aveva violato le prescrizioni inerenti la misura cautelare restrittiva, pretendendo di rientrare nella casa familiare, molestando e minacciando tutti i componenti del nucleo familiare. L’uomo, arrestato, è stato condotto in carcere a disposizione dell’A.G. procedente.

Lascia il tuo commento
commenti