Il fatto

Falso tamponamento e rapina ad una settantottenne, arrestato l’autore

L'uomo a bordo di ciclomotore aveva costretto la donna a fermarsi simulando un tamponamento e poi, con mossa fulminea, le aveva sottratto la borsa

Cronaca
Bari mercoledì 31 luglio 2019
di La Redazione
Polizia di Stato
Polizia di Stato © n.c.

Nel pomeriggio di ieri, al quartiere San Paolo, la Polizia di Stato ha tratto in arresto, in flagranza di reato Montereale Gianluca di anni 38, con precedenti di polizia anche specifici, responsabile di rapina ai danni di un’automobilista e resistenza a pubblico ufficiale.

I poliziotti della Sezione “Falchi” della Squadra Mobile, nell’ambito di specifici servizi predisposti per il contrasto ai reati predatori, in particolare nella repressione di furti e rapine consumati nei confronti di automobilisti di sesso femminile e di persone in età avanzata, avevano appreso che, poco prima al quartiere Libertà un uomo a bordo di ciclomotore aveva sottratto la borsa ad una donna; in particolare lo stesso aveva costretto la signora, 78enne, a fermarsi simulando un tamponamento e poi, con mossa fulminea, le aveva sottratto la borsa riposta sul sedile anteriore dell’autovettura.

Il personale intervenuto, dopo aver preso visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, ha individuato l’arrestato, già noto per episodi analoghi, e lo ha intercettato, con l’ausilio di altri equipaggi, al quartiere San Paolo sempre a bordo dello stesso ciclomotore, sul quale era stata applicata una targa contraffatta.

Il fuggitivo, inseguito dai “Falchi”,non rispettava l’intimazione di fermarsi ed continuava la fuga a velocità sostenuta, effettuando manovre spericolate, e causando peraltro la caduta di un motociclista, fino a quando è stato bloccato definitivamente.

Nel corso della perquisizione è stata rinvenuta nel vano portabagagli la borsa, sottratta poco prima alla donna, contenente tutti gli effetti personali. E’ stato rinvenuto, altresì, anche uno spray al peperoncino identico a quello utilizzato dallo stesso, a novembre dello scorso anno, nei confronti di alcuni operatori della Squadra Mobile, nel tentativo di sottrarsi all’arresto.

Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Lascia il tuo commento
commenti