Il fatto

Lanciano fazzolettini dall'auto: in tre beccati dal "gruppo antidegrado". Multe da 50 euro a testa

A darne notizia è il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che sulla sua pagina Facebook pubblica uno dei verbali

Cronaca
Bari venerdì 31 maggio 2019
di La Redazione
Uno dei verbali fatto a Bari per il lancio dei fazzolettini dall'auto
Uno dei verbali fatto a Bari per il lancio dei fazzolettini dall'auto © n.c.

Avevano lanciato oggetti dal finestrino dell'auto in corsa, ma sono stati beccati dai vigili in borghese del gruppo antidegrado cittadino, nuova sperimentazione per il controllo delle strade avviata dall'amministrazione.

Subito è scattata la sanzione di 50 euro a testa; tre casi in una sola giornata.

A darne notizia è il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che sulla sua pagina Facebook pubblica uno dei verbali, per l'abbandono di fazzolettini sporchi. "Avete presente quando dal finestrino dell’auto davanti a voi vedete spuntare una manina che con disinvoltura getta per strada un fazzolettino, un pacchetto vuoto, delle cicche o dei fogli accartocciati? - scrive - Avete presente quel desiderio che vi prende di scendere dalla vostra macchina, di raccogliere quei rifiuti e di infilarli a uno a uno nell’abitacolo dello sporcaccione, magari aggiungendo qualche insulto bello pesante? Ecco, per tutti quelli che come me hanno dovuto tenere a bada questa irrefrenabile voglia, c’è una buona notizia".

E nel messaggio lancia anche un monito verso gli incivili:

«Perché va bene l’educazione civica, vanno bene le campagne di sensibilizzazione, ma ogni tanto una bella stangata sul portafogli sortisce il suo bell’effetto. Siamo convinti che la prossima volta questi tre insozzatori della città, prima di sporgere la loro manina dal finestrino e gettare rifiuti per strada, ci penseranno due volte».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 31 maggio 2019 alle 17:58 :

    Però il Sindaco Decaro a noi o i vigili a lui, potevano raccontarla meglio la vicenda. A leggere bene il.verbale i fazzolettini sporchi sono stati gettati dal finestrino dell'auto, che si deduce ferma, al civico 235 della complanare di via Gentile ovvero in una zona notoriamente frequentata da "donnine". Spero che i vigili non abbiano dovuto sequestrare le prove dell'infrazione. Mi pare più probabile un servizio anti clienti di prostitute, pur sotto la voce lotta al degrado. Rispondi a Franco

    Marco ha scritto il 02 giugno 2019 alle 13:29 :

    È probabile che si sia scelta la multa per il lancio dei fazzolettini dal finestrino ad auto ferma per disincentivare i clienti delle prostitute. Non si capisce però perché questa circostanza venga nascosta ai cittadini presentandola come una campagna contro i rifiuti in strada. Rispondi a Marco