Il fatto

Banda assaltava bancomat in Francia, sequestrati beni per 60 milioni

​Nella giornata di ieri la Polizia e Guardia di Finanza hanno eseguito un provvedimento di sequestro anticipato di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, emesso dal Tribunale di Bari su proposta del Questore

Cronaca
Bari venerdì 07 dicembre 2018
di La Redazione
Polizia di Stato
Polizia di Stato © n.c.

Nella giornata di ieri la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza hanno eseguito un provvedimento di sequestro anticipato di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, emesso dal Tribunale di Bari su proposta del Questore di Bari.

Il provvedimento riguarda una indagine culminata con otto arresti eseguiti dalla squadra mobile di Bari in collaborazione con la gendarmeria francese di Lille nei confronti di sette pregiudicati di Bitonto e Palo del Colle e di una donna, moglie di una di loro, accusate di aver messo a segno una serie di colpi ai bancomat nel nord della Francia, nelle città di Laon, Saint-Pathus, Witry les Reims, Bondoufle e Clécy.

Il gruppo partiva il lunedì da Bitonto compiva il colpo e il venerdì tornava in Italia.

La banda agiva di notte, a volto coperto e con walkie-talkie, disattivava le telecamere di sorveglianza per poi scassinare i bancomat con pale e picconi.

Le indagini sono partite da una traccia di Dna e alcune impronte digitali lasciate su un piccone abbandonato davanti ad un bancomat appena scassinato. Dall'incrocio dei tabulati telefonici, inoltre, si è risaliti ad una rete di contatti con soggetti residenti in Francia che potrebbero aver fornito alla banda supporto logistico.

Gli appartenenti al gruppo criminoso sono:

- Vincenzo COZZELLA, nato a Bitonto, di anni 63;

- Ciro Enzo GREGORIO, nato a Bari, di anni 36;

- Luigi LEONE, nato a modugno, di anni 26;

- Roberto PISCOPO, nato a Bari, di anni 41, sorvegliato speciale della P.S.;

- Giuseppe TARANTINO, nato a Terlizzi, di anni 39, sorvegliato speciale della P.S.

In esecuzione del provvedimento, il personale dell’ufficio Misure di prevenzione Patrimoniali della Questura di Bari, unitamente a quello della Guardia di Finanza, ha sequestrato vari beni mobili ed immobili, una quota societaria ed un intero compendio aziendale di una società di fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli sita in Bitonto, due imprese individuali con attività di ristorazione-bar site in Bitonto, numerosi conti correnti bancari e postali, risultati a seguito delle indagini svolte, nella piena disponibilità, diretta ed indiretta, anche per interposta persona, ai componenti della banda, ovvero di proprietà, oltre che di questi ultimi, dei loro familiari conviventi e di terzi soggetti prestanome.

I beni sequestrati ammontano, complessivamente, al valore di circa 60.000.000 di euro e comprendono:

-1 appartamento per civile abitazione sito a Palo del Colle;

-2 ville per civile abitazione site a Bari-Palese;

-6 terreni agricoli siti in Bitonto e Bari-Palese;

-2 bar-ristorazione siti in Bitonto;

-quota di partecipazione in una società a responsabilità limitata sita in Bitonto, nonché intero compendio aziendale costituito da beni conferiti in comodato d’uso;

-2 autovetture;

-Numerosi buoni fruttiferi bancari e postali;

-numerosi conti correnti bancari e postali.

Lascia il tuo commento
commenti