Indagini di polizia

Agguato al San Paolo, arrestato 37enne

In carcere cognato del ferito. Gli spari dopo litigio

Cronaca
Bari mercoledì 26 settembre 2018
di La Redazione
La Polizia sul luogo dell'agguato
La Polizia sul luogo dell'agguato © BariLive.it

Dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato, detenzione illegale di arma clandestina da fuoco e ricettazione, della stessa arma, il 37enne, con precedenti, Biagio Piscotti, arrestato ieri a Bari dalla Polizia.

Le indagini sono scattate dopo il ferimento, nel quartiere San Paolo, del 36enne Antonio Marzocca. Il soggetto, con precedenti, era stato raggiunto da due colpi di arma da fuoco nei pressi della propria abitazione e scampato alla morte solo dopo un lungo e complesso intervento chirurgico.

Le indagini sono state affidate alla Squadra mobile della Polizia, sotto il coordinamento del sotituto procuratore Domenico Minardi. Stando agli inquirenti, il movente sarebbe da ricondurre a forti dissidi familiari.

Nella serata di lunedì le forze dell'ordine erano già intervenute per sedare un’accesa lite in via Puglia; ieri mattina Piscotti sarebbe intervenuto in soccorso di sua sorella, moglie di Marzocca. La donna sarebbe stata ripetutamente aggredita verbalmente e fisicamente dal coniuge. Il 37enne avrebbe fronteggiato armato il 36enne, sparando e colpendolo al braccio ed al torace.

Si sarebbe subito allontanato a bordo di un’autovettura di piccola cilindrata, subito rintracciata e bloccata dai Falchi della Squadra mobile e dalla Squadra volante. Gli agenti hanno recuperato l'arma, un revolver Smith&Wesson privo di matricola.

Dopo un lungo e estenuante interrogatorio durato tutta la notte, Piscotti ha ammesso davanti agli inquirenti le proprie responsabilità. Adesso si trova in carcere.

Il sindaco ringrazia la Questura
«A nome di tutta la comunità barese ringrazio il questore e tutte le donne e gli uomini che stanno lavorando giorno e notte per riportare giustizia e tranquillità in città» dichiara il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

«Ci auguriamo che a loro possano aggiungersi presto altre unità, indispensabili per proseguire su questa strada con sempre maggiore efficacia».

Lascia il tuo commento
commenti