Il politico

Olivieri non è più console onorario della Slovenia

Decisione delle autorità slovene, ignote le motivazioni. Nel 2016 il fondatore di Realtà Italia è rinviato a giudizio per la presunta bancarotta fraudolenta della Ctf Srl

Cronaca
Bari mercoledì 02 agosto 2017
di La Redazione
Giacomo Olivieri
Giacomo Olivieri © n.c.

Con una nota, la Prefettura di Bari ha informato gli enti locali del territorio pugliese che “il Ministero degli Affari Esteri ha comunicato la revoca del mandato, da parte delle autorità slovene, alla carica di console generale onorario della Repubblica di Slovenia a Bari al sig. Giacomo Olivieri”.

La decisione non sarebbe stata accompagnata da alcuna motivazione.

Ma - fa notare Giuseppe L’Abbate, deputato del Movimento 5 Stelle - la notizia giunge dopo mesi dalle due interrogazioni parlamentari presentate dallo stesso parlamentare pentastellato, in cui veniva richiesto al governo il ritiro dell’exequatur alla luce del rinvio a giudizio di Olivieri nell’ambito della presunta bancarotta fraudolenta della Ctf Srl.

«Alla mia prima interrogazione, il sottosegretario Amendola rispose che i fari del Ministero degli Affari Esteri sarebbero stati ben accesi sugli sviluppi delle vicende giudiziarie da me segnalate – dichiara L’Abbate Successivamente al rinvio al giudizio, invece, la Farnesina mi comunicò di aver immediatamente provveduto, con una nota ministeriale, a chiedere urgenti elementi informativi di approfondimento alla Prefettura di Bari e che, una volta completata la raccolta di elementi sulla posizione dell’Avv. Olivieri, si riservava di agire, come in casi analoghi già verificatisi, sulla base di quanto previsto dalle norme e dalla prassi internazionali».

Lascia il tuo commento
commenti