Il fatto

Cani antidroga in azione sul lungomare: sanzioni per 3 giovani in possesso di marijuana e hashish

I tre dovranno rispondere davanti l’autorità per il possesso illecito del modico quantitativo, con eventuali conseguenze circa le loro patenti di guida e i loro documenti validi per l'espatrio

Cronaca
Bari venerdì 11 giugno 2021
di La Redazione
Cane antidroga della Polizia
Cane antidroga della Polizia © n.c.

Durante la serata di ieri i poliziotti della Squadra Volanti, coadiuvati dal prezioso ‘fiuto’ dei cani antidroga dalla Squadra Cinofili, sono stati impegnati in un servizio di controllo straordinario del territorio ad “Alto Impatto”, ed hanno passato al setaccio il lungomare di Bari, soprattutto nelle zone di alta concentrazione della ‘movida giovanile’, effettuando numerosissimi controlli antidroga.

In Largo Adua hanno fermato e controllato un giovane 27enne pregiudicato; i cani antidroga hanno segnalato sul giovane un modico quantitativo di marijuana che gli è costato una contestazione amministrativa per il relativo possesso.

Più tardi sempre in Largo Adua, stesso provvedimento è toccato ad un canosino 25enne, incensurato; gli stessi cani antidroga hanno fiutato sul giovane circa 2 grammi di marijuana.

In tarda serata, in Via XXIV Maggio, nella rete dei cani antidroga è caduta una 30enne incensurata. Su di lei i cani antidroga hanno fiutato e segnalato 2 grammi circa di hashish; anche alla giovane ragazza gli agenti hanno contestato l’illecito amministrativo per il relativo possesso.

Le sostanze stupefacenti sono state sequestrate, mentre i tre giovani dovranno rispondere davanti l’Autorità Amministrativa per il possesso illecito del modico quantitativo da loro dichiarato finalizzato all’uso personale, con eventuali conseguenze circa le loro patenti di guida e i loro documenti validi per l’espatrio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 11 giugno 2021 alle 09:24 :

    Se i cani anti droga tornassero più spesso a Largo Adua la piazza si svuoterebbe. Un plauso all'iniziativa che si spera non isolata. Rispondi a Maria P.