Il dato

Vaccinazioni anti-Covid, in arrivo 152mila dosi Pfizer: priorità ai soggetti fragili

La Puglia oggi è terza regione in Italia per capacità vaccinale, con 1.188.971 dosi somministrate su 1.271.185 dosi consegnate. Completata la prima dose a tutti i pazienti in terapia della rete oncologica pugliese

Cronaca
Bari martedì 27 aprile 2021
di La Redazione
Vaccinazioni anti-Covid, in arrivo 152mila dosi Pfizer: priorità ai soggetti fragili
Vaccinazioni anti-Covid, in arrivo 152mila dosi Pfizer: priorità ai soggetti fragili © n.c.

La Puglia oggi è terza regione in Italia per capacità vaccinale, con 1.188.971 dosi somministrate su 1.271.185 dosi consegnate, pari al 93,5% (dato aggiornato alle ore 17).

Il piano vaccinale sta procedendo in linea con i target stabiliti dal Commissario straordinario per l’emergenza.

In attesa dell’arrivo della nuove dosi si è deciso di dare priorità a pazienti fragili e alle seconde dosi per gli over 80.

In arrivo domani 152.100 dosi di Pfizer che verranno distribuite tra centri vaccinali, centri specialistici di cura e medici di medicina generale per accelerare la vaccinazione dei fragili, disponendo di quantitativi più abbondanti del vaccino più adatto a loro.

Il coordinatore della Rete oncologica pugliese Gianmarco Surico comunica che è stata completata la somministrazione della prima dose di vaccino a tutti i pazienti della Rete in terapia o che l’abbiano interrotta nei ultimi sei mesi. Sono altresì iniziate le secondi dosi e sono state avviate le vaccinazioni anche ai pazienti in follow up che si rivolgono ai centri oncologici.

Anche gli hub e i centri vaccinali proseguono con la somministrazione delle seconde dosi agli over 80 e con gli appuntamenti programmati per fasce di età. Il dettaglio delle vaccinazioni per fasce di età è specificato di seguito, Asl per Asl.

Nell'Asl Bari più di 5mila somministrazioni (4.047 prime dosi, 997 seconde) eseguite ieri e circa 2.500 in programma oggi. La ASL Bari sta continuando a garantire prioritariamente la vaccinazione alle categorie più esposte al rischio, over 80, fragili e vulnerabili per patologia e contemporaneamente la nuova programmazione degli Hub vaccinali.

In questi giorni, in particolare, i centri Dialisi degli ospedali “Di Venere” di Bari, “Santa Maria degli Angeli” di Putignano e “Don Tonino Bello” di Molfetta hanno somministrato la seconda dose di vaccino a 290 soggetti dializzati. Sul versante dei punti vaccinali territoriali, i medici di Medicina generale – riforniti con 12mila dosi sabato scorso - sono impegnati in sedute nei centri di Bari e dei comuni dell’Area metropolitana: nella sola giornata di ieri sono state somministrati 3.134 vaccini.

Importante anche l’attività di vaccinazione di pazienti fragilissimi non trasportabili, eseguita quest’oggi tra Bari, Terlizzi, Ruvo e Corato da un team mobile in grado di garantire somministrazioni “protette” a domicilio, grazie alla presenza del medico rianimatore e dell’attrezzatura di emergenza.

Inoltre, nella giornata odierna si è riunito il Nucleo Operativo Aziendale per aggiornare la programmazione delle prossime settimane alla luce delle nuove forniture in arrivo.

Al Policlinico di Bari è partita ieri la campagna vaccinale rivolta ai soggetti diabetici in cura nel centro specialistico dell'ospedale barese. Negli ambulatori allestiti negli spazi dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII sono state somministrate le prime 400 dosi di vaccino destinate ai pazienti affetti da diabete contattati dalle unità operative di Endocrinologia e Medicina interna del Policlinico.  Sono in programma nel corso di tutta la settimana nei sei punti vaccinali dell’ospedale pediatrico complessivamente circa mille somministrazioni: agli ambulatori si accede previo appuntamento. I pazienti saranno contattati telefonicamente per fissare la data della vaccinazione.

È prevista inoltre una nuova modalità di somministrazione del vaccino per i diabetici: i pazienti che hanno in programma visite di controllo, regolarmente prenotate, in questa settimana presso l’unità operativa di Endocrinologia potranno, subito dopo, essere vaccinati. In questa maniera si potrà evitare che tornino due volte in ospedale. In agenda ci sono ogni giorno circa 30 visite di diabetici in ospedale che potranno ricevere il vaccino contestualmente.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Graziano ha scritto il 28 aprile 2021 alle 08:22 :

    La guerra dei vaccini: si sparano numeri a casaccio per fare rumore e far credere al popolo che stiamo vincendo. Rispondi a Graziano

  • Marco ha scritto il 28 aprile 2021 alle 08:08 :

    Intanto con la scusa della spia russa hanno bloccato la sperimentazione dello Sputnik allo Spallanzani. Ci tocca aspettare Pfizer e nell'attesa..... Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 28 aprile 2021 alle 07:34 :

    I comunicati della Regione fanno a botte con realtà, l'unica novità è il blocco delle prenotazioni per i vaccini e il rinvio per gli over 60 prenotati. Non si può travisare la realtà in questo modo, non abbiamo l'anello al naso (senza offesa). Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 27 aprile 2021 alle 17:55 :

    Si naviga ancora a vista.... Rispondi a Franco