Assolto Gerardo Cuomo, il presunto boss del contrabbando

La Corte d'Appello di Bari ribalta la sentenza di primo grado. Assolti anche Alexander Hagsteiner ed Elio Galli

Cronaca
Bari giovedì 21 febbraio 2008
di Antonio Scotti
© n.c.

Gerardo Cuomo è innocente. L’accusa di aver fatto transitare, dal Montenergo in Puglia, mille tonnellate di tabacco al mese “non sussiste”. A stabilirlo è la Corte d’appello di Bari. Che oggi ha assolto il presunto boss del contrabbando internazionale. Pena azzerata anche per lo svizzero Alexander Hagsteiner, ex funzionario della filiale della Banque Nationale de Paris di Lugano, ed Elio Galli, residente a Como e già condannato a due anni e otto mesi per riciclaggio. Per il milanese Nedo Caneva, invece, la pena è stata ridotta a due anni dopo la condanna a quattro anni e otto mesi di reclusione in primo grado.
Con la decisione di oggi, la Corte d’appello di Bari ha ribaltato la sentenza di primo grado pronunciata dal tribunale del capoluogo nel novembre del 2004. In quella sede Cuomo fu condannato a sette anni e quattro mesi di carcere. Mentre l’allora pubblico ministero inquirente della Divisione distrettuale antimafia di Bari, Giuseppe Scelsi, chiese per Cuomo la condanna a dieci anni di reclusione.

Nel 2000 Cuomo fu protagonista del cosiddetto Ticinogate: un groviglio di corruzione tra potere giudiziario e mondo dell'impresa che coinvolse anche l’ex presidente del tribunale penale Franco Verda. La Corte presieduta dalla giudice Giovanna Roggero-Will condannò Verda a 18 mesi con la condizionale per corruzione passiva aggravata, violazione e istigazione alla violazione del segreto d’ufficio. Minore fu la pena inflitta a Cuomo: 10 mesi e 5 anni di espulsione per complicità in corruzione passiva. Il 30 aprile 2002, infine,  la Corte di cassazione e revisione penale del Tribunale d'appello del Cantone Ticino, ridusse a Cuomo la pena condannandolo a sette mesi di detenzione e sospendendo condizionalmente la sanzione accessoria dell'espulsione per un periodo di prova di due anni.  

Lascia il tuo commento
commenti