Questa sera alle 19 appuntamento con la spiaggia bonificata a sud di Bari

Torre Quetta, oggi c'è la festa

L'Amtab garantirà il bus navetta gratuito fino alla fine di agosto

Attualità
Bari venerdì 23 luglio 2010
di Antonella Ardito
© n.c.

Oggi è il T-day, riapre Torre Quetta è tutti devono sapere che sei anni e sei milioni di euro questa volta non vanno sprecati. La spiaggia sul litorale a sud di Bari oggi è sicura: la Procura di Bari ha dissequestrato l'area del cantiere due giorni fa e i bagni in mare si spera non riservino l'incontro ravvicinato con i ciottoli di amianto. "Mi assumo la responsabilità dell’apertura di Torre Quetta, non potevamo più lasciare i baresi senza la spiaggia, visto anche i ciclici problemi di Pane e Pomodoro”. Maria Maugeri, consigliere delegato del sindaco per le tematiche ambientali, è la mamma di questa rinascita della spiaggia, che ha curato sin da quando era assessore: “Non è stato semplice: ora ci sono i bagni, le docce e le giostrine per i bimbi, i vandali si erano portati via tutto. E’ vero, ci sarà ancora polvere e non ho fatto tutti i servizi, non é stato possibile rifare le alberature e i prati, troveremo i soldi anche per quello”.

Piantare ora nuovi prati, come ricordato anche dall'assessore al verde Gennaro Palmiotti, non sarebbe servito. Da oggi ci sono due chilometri di spiaggia da vivere, e questo è l'importante: ma i baresi devono essere i primi custodi di questo bene pubblico, dove mercoledì notte sono andati a tagliare i fili della luce, dove i sacchetti della monnezza non si contano. L'Amiu in questi giorni ha fatto gli straordinari, ha portato via 500 quintali di schifezze, tra rifiuti spiaggiati e lasciati dai baresi. Come ricordato dal consigliere Antonio Buono e dal direttore dell'Amiu Antonio Di Biase, 50 esche topicide sono state messe su tutto il litorale che va da Pane e Pomodoro a Torre Quetta, oggetto di una deratizzazione straordinaria, oltre ad altri 50 cestini portarifiuti e le isole ecologiche all'interno del parcheggio della spiaggia. La Multiservizi invece si occuperà della custodia dell'area fino al 30 settembre, in collaborazione la notte con con una pattuglia dei vigili urbani. Il costo dell'operazione si aggira intorno agli 80 mila euro, che pareggiano nei fatti i 303 mila euro richiesti dalla ex municipalizzata per il servizio di guardiania e di salvataggio in atto a Pane e Pomodoro, che non è partito a maggio ma con quasi un mese e mezzo di ritardo.

L'Amtab invece con 40 mila euro garantirà dalle 8 alle 20 fino a fine agosto la navetta di Torre Quetta, una vettura da 75 posti che gratuitamente congiungerà piazza Eroi del Mare e la spiaggia. Questa sera invece navette gratuite dalle 19 alle 24 per partcipare alla festa "Bentornata Torre Quetta". I baresi saranno accolti dagli aquiloni e dalla Fanfara della Pinerolo. Poi spazio alla musica con i Seventy Level e i Tammorrari del Vesuvio. Le associazioni Big Air e Cat Surf invece cureranno un'esibizione spettacolare dei surfisti mentre giornalisti e amministratori si sfideranno a calcetto. A chiudere lo spettacolo Casa Le Mele di Nicola Pignataro. Da lunedì si pensa alla Fibronit: "Presenteremo il progetto definitivo per il parco", conclude contenta Maria Maugeri.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • megadream ha scritto il 23 luglio 2010 alle 21:15 :

    tempo qualche mese e ritornera' lo schifo del 2004 .... Rispondi a megadream