Riceviamo e pubblichiamo

Un grande partito del Sud, Poli Bortone accetta l'invito di Miccichè

Politica
Bari sabato 11 luglio 2009
di la Redazione
© Grila s.r.l.
Ho accolto con piacere l’invito a partecipare all’incontro di Sorrento con Gianfranco Miccichè e gli altri per discutere del Partito del Sud. E’ un’onda crescente che credo porterà in tempi brevi alla costituzione di uno o più soggetti politici semmai confederati di grande interesse.
In questi giorni abbiamo avuto dalla Puglia, dalla Basilicata, dalla Campania adesioni anche di rappresentanti istituzionali che ci consentono di costruire una importante realtà sul territorio meridionale. Un movimento essenzialmente di base che prendendo atto della volontà dell’elettorato, rifiuta il bipartitismo coatto e si riconosce in formule di sano meridionalismo protagonista delle sue scelte.

Un meridionalismo sincero che non vuole soccombere rispetto a scelte verticistiche come accaduto ancora ieri l’altro quando i colleghi parlamentari salentini del PdL, nonostante tutte le assicurazioni di campagna elettorale, hanno votato a favore del nucleare e contro la partecipazione popolare. La sinistra ha preferito pilatescamente non votare. Unico voto contrario il mio!

Ascolteremo dunque con piacere a Sorrento le proposte programmate e terremo a Napoli il 24 di Luglio un incontro con altre associazioni e movimenti che hanno obiettivi analoghi a quelli di Io Sud. Sono ormai maturi i tempi non solo per una confederazione di diversi soggetti ma probabilmente anche per la formazione di gruppi di deputati meridionali coerenti e consequenziali nei comportamenti.

So di deludere quanti per coprire interessi di bassa lega mi indicano falsamente come una transfuga nelle file della sinistra, come so di deludere quanti altrettanto falsamente hanno attribuito il mio meridionalismo a ripicche isteriche. Sono soggetti che non conoscono né la mia formazione né la mia azione politica e soprattutto hanno una visione del Sud ancora assistenzialista.
Se del Sud oggi parlano Miccichè, Prestigiacomo, Lombardo e perfino Fini e Bossi significa che esiste una questione meridionale aggravata dalla recente legge sul Federalismo solo fiscale.

Chi dunque per tentare di salvare la sue ambigue posizioni personali getta veleni rivela tutta la sua grettezza, ed ignoranza della storia culturale ed economica del territorio ma soprattutto l’incapacità politica di uscire da schemi anacronistici e penalizzanti per il Sud.
Sono certa che la libertà di pensiero e d’azione di persone intelligenti e capaci come quelle che si riuniranno a Sorrento nei prossimi giorni potranno contribuire alla creazione comune di un nuovo soggetto politico adeguato alle richieste di partecipazione vera e di protagonismo del Sud.

On. Adriana Poli Bortone
Presidente Io Sud
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • anto82 ha scritto il 12 luglio 2009 alle 17:30 :

    Fregati tutti. La Poli va da sola... Chissà se supererà il 5-6%??? Rispondi a anto82

  • sanspapier ha scritto il 12 luglio 2009 alle 15:37 :

    Sarebbe interessante conoscere il parere di Vendola ed Emiliano su questo nascente "grande partito del Sud". Con chi faranno le alleanze per il "Laboratorio per il Mezzogiorno"? Rispondi a sanspapier

  • PIERLAR ha scritto il 12 luglio 2009 alle 07:23 :

    IO CI SARO' IL 24 LUGLIO A NAPOLI ALL'INCONTRO DI "IO SUD" CON LE ASSOCIAZIONI, COMITATI E MOVIMENTI... Rispondi a PIERLAR

  • huta ha scritto il 11 luglio 2009 alle 21:30 :

    Finalmente un po' di chiarezza, si tratta di un movimento saldamente ancorato nel centrodestra, mi pare che si tratti di una sorta di risposta alla Lega nord con lo stesso vocabolario. Una risposta sbagliata... Che il PD non si sogni di proporci questa gentile signora exfascista come candidata del centrosinistra alle regionali. Rispondi a huta