Discutibilissimi i lavori di ristrutturazione

Piazza Risorgimento o Piazza del fallimento?

Dalle panchine alla pavimentazione, passando per le luci: molte cose lasciano davvero a desiderare

Attualità
Bari mercoledì 25 marzo 2009
di Carlo Paolini*
© Carlo Paolini

Durante i lavori del Consiglio comunale del 19 marzo u.s. ho rivolto la seguente interrogazione sia all’assessora ai Lavori pubblici Simonetta Lorusso, che all’assessore all’Urbanistica, Ludovico Abbaticchio, sul quale ricade, a quanto ne so, la responsabilità della qualità urbanistica della città.
Il riferimento è imperniato sui lavori di riqualificazione di Piazza Risorgimento, attualmente in corso.
Una prima osservazione critica riguarda l’illuminazione: un mix fastidioso di luci fredde in basso e di luci calde dall’alto, che danno l’impressione di trovarsi nel bel mezzo di una trasmissione televisiva. Credo che sia opportuno e necessario che tutta la piazza sia illuminata con luci calde, come nel resto della città.

Una seconda osservazione riguarda le panchine mobili: sembrano l’occasione ghiotta che cercavano quei ragazzi (non tutti giovanissimi) che durante il giorno o la sera e nei giorni festivi scorazzavano sulla vecchia piazza per gare di ciclo o motocross... Di certo non sono panchine pensate per far sedere le persone anziane, che hanno bisogno di schienali idonei per riposare e passare qualche ora all’aria aperta magari in compagnia dei propri nipotini, evitando però di cadere all’indietro.
La terza riguarda la decisione incongrua di pavimentare con pietra bianca tutta la piazza rendendola di fatto pedonale e poi vedere l’installazione di piccoli paletti per far transitare le auto sulle due parti laterali: molti residenti mi hanno segnalato non solo un evidente controsenso urbanistico, ma sono anche preoccupati per la loro incolumità e sicurezza, all’uscita dagli esercizi commerciali. Nasce spontanea una domanda: perché pavimentare tutta la piazza, ivi comprese le due zone previste per il transito delle auto? Non era più logico circoscrivere i lavori nel perimetro della vecchia piazza lasciando l’asfalto lungo le due stradine laterali?
Ora invece assisteremo in brevissimo tempo al degrado della pietra a causa del transito continuo delle auto! Consegniamo allora la nuova piazza alle persone, ai nostri bambini e agli anziani senza il timore di veder scorazzare moto e motorini, col pericolo di scippi e investimenti.

Invito caldamente gli assessori a prendere in considerazione le osservazioni di cui mi faccio portavoce e a riconsiderare scelte che potrebbero a breve richiedere ulteriori spese sia per la sicurezza delle persone che per la qualità del contesto urbanistico.
Ringrazio infine l’assessore Martinelli per aver accolto parzialmente una mia vecchia richiesta: quella di realizzare una garitta per il presidio dei vigili urbani. Ora sono in attesa che venga installato il totem con la videocamera per un controllo continuo della piazza e di tutta via Manzoni spesso testimoni di eventi a-legali e criminosi.

*Consigliere comunale Lista Emiliano per Bari

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • amobari ha scritto il 25 marzo 2009 alle 21:02 :

    Complimenti Consonante!Finalmente un intervento sensato e sopratutto tecnico che fà capire meglio la progettualità della piazza.Purtroppo a Bari c'è troppa ignoranza,tutti sanno di tutto! Rispondi a amobari

  • consante ha scritto il 25 marzo 2009 alle 19:35 :

    Alcune città tedesche e olandesi eliminano da anni i dislivelli fra i marciapiedi e il piano stradale, proprio per mettersi in questo spirito di condivisione dello spazio pubblico. Conosco i progettisti della piazza e il loro spirito contemporaneo. Condivido pienamente queste iniziative progettuali che (con l'aiuto delle autorità di controllo della città) possono contribuire a cambiare i nostri comportamenti. Rispondi a consante

  • consante ha scritto il 25 marzo 2009 alle 19:34 :

    Il suo scopo è chiaro: far capire agli automobilisti in primis, ma anche ai pedoni che lo spazio pubblico deve essere sempre più condiviso, più utenti possono passare sugli stessi spazi evitando conflitti grazie a una maggiore attenzione e aun maggior rispetto. L'impressione di guidare "su un marciapiede" spinge qualsiasi automobilista a rallentare, perché i pedoni e i ciclisti possano avere più libertà di circolazione, stando comunque attenti alle delimitazioni che pero' non sono più drastiche. Rispondi a consante

  • consante ha scritto il 25 marzo 2009 alle 19:34 :

    Mi permetto di intervenire su un argomento citato dal consigliere Paolini, quello forse più importante (l'illuminazione e l'arredo possono evolvere con l'uso, o l'uso puo' evolvere con essi) della circolazione. L'uso di una pavimentazione uniforme accompagnato da qualche arredo dissuasivo (paletti, etc) è sempre più diffuso in tutti i progetti contemporanei di spazi pubblici. Rispondi a consante

  • wadirum ha scritto il 25 marzo 2009 alle 14:51 :

    P.zza Risorgimento, liberata dalle auto, era una bella piazzetta. La fontana, la scuola, i lampioni... bastava qualche comoda panchina e qualche albero in più! Ed invece, ecco l'intervento che rompe l'omogeneità anche stilistica dello spazio. Risultato: una bruttura! E poi: è tutta pedonale o no? L'assess. De Caro è disponibile a parlare con i cittadini: è questa la democrazia partecipata? Prima si fa, poi si dialoga, ma su che??? Rispondi a wadirum

  • Iltas ha scritto il 25 marzo 2009 alle 12:50 :

    Io voglio capire chi cavolo sceglie quelle panchine senza seduta!!!Ma il Comune ha una convenzione con la ditta che le produce?!Qaunti soldi buttati... Rispondi a Iltas

  • SERGIONE ha scritto il 25 marzo 2009 alle 12:48 :

    INTERVENTO FALLIMENTARE E INUTILE CON ESBORSO DI DENARO PUBBLICO CHE POTEVA ESSERE DIROTTATO IN ALTRI SETTORI A COMINCIARE DALLE FAMIGLIE BISOGNOSE ESCLUSE DA OGNI TIPO DI CONTRIBUTO ASSISTENZIALE. SERGIO FANELLI V.PRESIDENTE VIII CIRC. Rispondi a SERGIONE

  • darrylx ha scritto il 25 marzo 2009 alle 08:34 :

    Concordo pienamente!le valutazioni di Paolini sono vicine a quelle della gente!!!una piazza deve essere fruibile da tutti senza problemi... Rispondi a darrylx

  • liberalamente ha scritto il 25 marzo 2009 alle 08:24 :

    Il consigliere Paolini ha proprio ragione. Piazza Risorgimento - così come è - è veramente brutta! Altro non si può aggiungere! Rispondi a liberalamente