Il voto

Comune contro l'omofobia, Biancofiore e Tavolo Tecnico LGBTQI: «Grande soddisfazione»

Il Consiglio Comunale ha votato all’unanimità un Ordine del Giorno a sostegno del DDL Zan. La legge contro l’omobitransfobia è attesa nel nostro Paese da quasi 25 anni

Attualità
Bari martedì 17 novembre 2020
di La Redazione
Omobitransfobia
Omobitransfobia © web

Nella seduta di lunedì 16 novembre, dopo votazioni simili di città tra cui Milano, Reggio Emilia e Torino, il Consiglio Comunale di Bari ha votato all’unanimità un Ordine del Giorno a sostegno del DDL Zan “Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi legati al sesso, al genere, all’orientamento sessuale, all’identità di genere e alla disabilità”. La legge contro l’omobitransfobia è attesa nel nostro Paese da quasi 25 anni: finalmente con il DDL Zan, che ora ha avuto parere favorevole alla Camera dei Deputati ed è in attesa di essere discusso in Senato, si potrà avere uno strumento completo per il contrasto alle discriminazioni.

L’Ordine del Giorno, in azione congiunta con la rete Re.a.dy (la Rete nazionale delle Regioni e degli Enti Locali per prevenire e superare l’omotransfobia), è stato richiesto dal Consigliere Delegato del Sindaco alle politiche LGBTQI Nicola Biancofiore e dal Tavolo Tecnico LGBTQI del Comune di Bari, organo di raccordo, di confronto e proposta all’amministrazione cittadina delle realtà impegnate per i diritti LGBTQI nel territorio barese (tra cui Agedo, ArciGay, BiG, CGIL, Famiglie Arcobaleno, Link, Mixed LGBTI, Rete Genitori Rainbow, UAAR, UIL e Zona Franka).

La mozione è stata presentata dal Presidente del Consiglio Comunale Michelangelo Cavone e dalla presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Bari, Silvia Russo Frattasi, che ha illustrato le azioni di contrasto all’omofobia che il Tavolo Tecnico ha messo in campo dal 2012 ad oggi, come le indagini sulla percezione delle questioni LGBTQI tra i dipendenti comunali o il supporto ad attività culturali, per diffondere l’educazione contro le discriminazioni con strumenti alla portata di tutte e tutti.

Il Consigliere Delegato del Sindaco, Nicola Biancofiore, esprime viva soddisfazione per il voto bipartisan a favore dell'o.d.g. di sostegno alla proposta di legge Zan: “Un lavoro politico di grande tessitura e condivisione finalizzato all'approvazione, in Parlamento, di un provvedimento fondamentale volto a colpire chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione fondati sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale o sull'identità di genere o sulla disabilità. Un ringraziamento va al Presidente del Consiglio Comunale Cavone, alla Presidente della Commissione Pari opportunità Russo Frattasi, ai consiglieri ed alle consigliere comunali...e un grazie speciale alle associazioni lgbtqi che costituiscono il TT del Comune di Bari per l'instancabile lavoro di sensibilizzazione e promozione”

Le associazioni del Tavolo Tecnico si uniscono a queste dichiarazioni “La votazione di oggi ha per noi un significato importante: sappiamo che troveremo nel Consiglio Comunale e in tutta l’amministrazione di questa città la volontà politica e la sensibilità necessarie a difendere i diritti di tutte e tutti. In un momento delicato come l’emergenza sanitaria e sociale che stiamo affrontando, questa sensibilità si trasforma in capacità di leggere i bisogni e contrastare l’emarginazione di chi oggi, nella nostra città, è più debole.”

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 17 novembre 2020 alle 10:10 :

    L'omobitransfobia? Hanno aggiunto anche il "bi" e chissà cos'altro tra un po'. Ovvio che pochi capiscono cosa voglia dire la parola. E le interpretazioni si parte non valgono per una legge che dovrebbe essere chiara e applicabile per tutti i cittadini, senza zone d'ombra. Rispondi a Maria P.