Il convegno

Dissesto idrogeologico, Sannicandro: «Puglia Regione guida progettazioni e uso risorse»

Elio Sannicandro, direttore generale Asset e soggetto attuatore del commissario di governo per gli interventi contro il rischio idrogeologico in occasione dl convegno “Strategie resilienti di contrasto al dissesto idrogeologico”

Attualità
Bari venerdì 24 gennaio 2020
di La Redazione
Elio Sannicandro
Elio Sannicandro © n.c.

E’ il secondo anno che organizziamo questo incontro tra geologi, ingegneri e architetti sul tema del dissesto idrogeologico, che è un tema di grande attualità su cui si sta sviluppando molto la ricerca, che deve essere messa in relazione con chi opera sul campo: i professionisti, le istituzioni. E’ fondamentale integrare le competenze e mettere a sistema le buone pratiche e le esperienze condotte in Puglia negli ultimi anni, che ci stanno portando ad essere una regione guida sia per le progettazioni che nell’uso delle risorse disponibili”.

Lo ha dichiarato oggi Elio Sannicandro, direttore generale dell’agenzia strategica Asset e soggetto attuatore del commissario di governo per gli interventi contro il rischio idrogeologico oggi a Bari, al Politecnico, in occasione del convegno “Strategie resilienti di contrasto al dissesto idrogeologico”, organizzato da Regione, Asset e Commissario di Governo delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Puglia.

Oggi sono emersi - ha continuato - come siano importantissimi i temi della tutela del paesaggio, che vanno integrati con i temi legati alla sicurezza. Sia geologi, che idrogeologi, paesaggisti e ingegneri idraulici stanno iniziando ad operare in maniera integrata, elevando la qualità della progettazione. Questo porta a risultati utili, perché le progettazioni sono state approvate in molto meno tempo perché alzando la qualità della progettazione, è molto più facile che i progetti possano trovare successo e essere approvati subito”. “Il commissario di governo – ha concluso -ha il compito di accelerare i tempi, avendo una serie di strumenti amministrativi a disposizione. Però in Puglia abbiamo aggiunto a queste competenze di tipo amministrativo e giuridico anche delle idee innovative sul piano tecnico, creando sinergie forti sia tra gli uffici regionali e quelli statali, sia con i Comuni, con i quali abbiamo condiviso le modalità operative, liberandoli da incombenze che sono troppo impegnative soprattutto per i comuni piccoli come quelli della Daunia. Così collaboriamo e condividiamo le scelte e i risultati e eleviamo la qualità degli interventi”.

Lascia il tuo commento
commenti