Musica

Premio "Maremonti", vince la solidarietà: donati 5mila euro al centro risvegli del Fallacara

Emiliano: “Gesto di grande solidarietà che non potremo mai dimenticare”. Nella finale del Garage Sound di Bari trionfano Ovis Grey & band. Rezophonic: “Grandi amici di Morris, ora lotta contro lo spreco dell’acqua!”

Attualità
Bari domenica 10 novembre 2019
di La Redazione
Ovis Grey & band, cincitori del premio Maremonti
Ovis Grey & band, cincitori del premio Maremonti © n.c.

La musica è vita: è questo lo straordinario messaggio lanciato dal Garage Sound Music Club di Bari che ieri sera, sabato 9 novembre, ha ospitato la terza edizione del Premio Morris Maremonti, festival organizzato dall’associazione ONLUS “Gli amici di Morris”, con il patrocinio di Comune di Bari, Regione Puglia e Fondazione Puglia. Si tratta di un evento che da tempo coniuga la scoperta di giovani talenti nel campo della musica emergente con la solidarietà. Serata ricchissima di emozioni e molto partecipata quella andata in scena nel tempio barese del rock, dedicata alla memoria di Maurizio Maremonti, in arte Morris, ex frontman degli One Way Ticket, scomparso il 25 giugno 2014 dopo un ictus cui seguirono mesi di coma e la sindrome di Locked-in.

Il contest

Vincitori dell’edizione 2019 del Premio Morris Maremonti, Ovis Grey, nome d’arte del cantautore barese Francesco Romeo Sacco, & band. I primi classificati hanno ottenuto la vittoria con 276 punti: 273 assegnati dalla giuria tecnica, formata dalla giornalista Barbara Cirillo, l’attore e cantante Davide Ceddìa, grande amico di Morris, Ivan Piepoli dj, musicista e compositore, e Mario Riso, creatore e direttore del progetto “Rezophonic”, ospite d’eccezione della serata. Tre punti sono arrivati dalla giuria popolare. Sul secondo grandino del podio i fasanesi Sound’s Borderline, terzi i Keplero, formazione foggiana. In quarta posizione gli Hora Prima di Cassano delle Murge.

I fondi per la ricerca e l’assistenza ai malati di Locked-in

Momento clou della serata la consegna simbolica dell’assegno di 5mila euro alla dottoressa Silvana Fornelli, direttore sanitario della ASL di Bari. I soldi, raccolti dall’associazione “Gli Amici di Morris”, guidata da Italo Maremonti, fratello di Maurizio, saranno destinati al nuovo Centro Risvegli dell’ospedale Fallacara di Triggiano.

L’intervento della dottoressa Silvana Fornelli, direttore sanitario della ASL di Bari

“Musica e solidarietà sono un connubio perfetto perché così si riesce a sensibilizzare e aprire il cuore della gente”, ha detto la dirigente della ASL Bari. “Questa manifestazione ha grande valore perché il nostro obiettivo è far conoscere le necessità dei pazienti dimessi dalla rianimazione e che possono avere la possibilità di tornare ad una vita normale. Sono ancora pochi in Italia (circa 600) i casi conosciuti di persone in stato di Locked-in, ma l’impegno della ricerca è volto a diagnosticare precocemente la sindrome e ad alleviare le sofferenze dei pazienti affetti dalla LIS, attraverso strumenti che mettano in contatto i malati con i loro familiari. Per questo siamo contenti della donazione fatta dall’associazione “Gli amici di Morris”. Il nuovo Centro Risvegli dell’ospedale di Triggiano, una volta ultimato, andrà allestito con tutte le apparecchiature necessarie e quando sarà il momento di acquistarle certamente saremo in contatto con la famiglia Maremonti.”

L’intervento di Michele Emiliano

A sorpresa, nel corso della manifestazione, l’intervento al telefono del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: “Vi ringrazio di cuore per quello che fate e avete fatto stasera. Un gesto di grande solidarietà, per altro non nuovo da parte della famiglia Maremonti e non nuovo al carattere di Italo. E questo non potrò mai dimenticarlo. Si tratta di una predisposizione verso il prossimo da parte di tutti voi e da parte degli Amici di Morris e di suo fratello Italo che non possiamo dimenticare. Ricordo anni fa, quando ero sindaco di Bari, organizzammo un capodanno bellissimo e grazie al loro aiuto riuscimmo a raccogliere il denaro necessario per realizzare quattro pozzi in Africa che vennero intitolati al Comune di Bari.” Il governatore pugliese con le sue parole ha fatto riferimento alla festa in piazza organizzata per salutare l’arrivo del 2011 quando sul palco si esibirono gli “One Way Ticket” e i “Rezophonic”. Mission del progetto ideato da Mario Riso e composto da numerosi artisti del panorama musicale italiano, fu quella di realizzare nell’ambito del sostegno all’African Medical and Research Foundation, un progetto idrico nella regione dai Kajiado tra Kenya e Tanzania, in Africa. Infine Emiliano ha rivolto un saluto alla dottoressa Fornelli: “Mi congratulo ancora una volta con la ASL di Bari per avere immediatamente recepito e collaborato a questa bellissima serata, ringrazio la dottoressa Fornelli per l’impegno, andato anche al di là dei doveri d’ufficio.”

La serata al Garage Sound è stata quindi impreziosita dall’esibizione e dal ricordo di Morris offerti da Mario Riso, responsabile di Rezophonic che ha annunciato come la nuova mission del progetto sia la lotta allo spreco dell’acqua. “Non è da escludere l’inserimento del Premio Morris Maremonti all’interno di un grande evento a Milano”, ha rivelato Riso. Toccanti anche le performance dell’attrice Maria Albacello e di Davide Ceddìa.

Appuntamento al 2020: in cantiere un cortometraggio dedicato a Morris Maremonti!

Lascia il tuo commento
commenti