Evento

“Facciamo libertà”: nell'ex Manifattura la grande festa di quartiere

Oggi pomeriggio il primo evento aperto al pubblico della Rete Civica Urbana del quartiere Libertà

Attualità
Bari sabato 09 novembre 2019
di La Redazione
L Ex Manifattura Tabacchi
L Ex Manifattura Tabacchi © n.c.

Oggi, a partire dalle ore 15, nel cortile della ex Manifattura dei tabacchi, appuntamento con il primo evento aperto al pubblico della Rete Civica Urbana del quartiere Libertà.

Una grande festa di quartiere che si aprirà con la presentazione della rete civica, proseguiràcon i giochi di Tou.Play che condurranno i partecipanti tra le esperienze di riqualificazione ed integrazione sociale di Bass Culture e di Help, per passare da GEP con il laboratorio artistico di pittura, continuando con i giochi multiculturali dell'associazione Circondario e i progetti artigianali di Iteras.

I giochi della giornata per le famiglie accompagnate da bambini e bambine tratteranno con cura le tematiche ambientali e sociali.

“Sarà un momento per incontrarsi - scrivono gli organizzatori -, conoscere un nuovo luogo del quartiere e sognare insieme che volto dare al quartiere avvolto da nuove energie!”.

Questo il programma nel dettaglio:

ore 15.00 e a seguire: ACCOGLIENZA

ore 15.15 - saluti istituzionali

ore 15.30 - avvio delle attività nei checkpoint

  • Checkpoint A - “Parla con me”: i giocatori dovranno imparare in un'altra lingua la frase “Benvenuto nel mio quartiere” e supportare le attività di pulizia per la piantumazione;
  • Checkpoint B - “Facciamo libertà!”: i giocatori dovranno contribuire alla realizzazione di un dipinto dedicato al quartiere;
  • Checkpoint C - “Party game”: i giocatori si sfideranno in un gioco di carte che ha lo scopo di innalzare la consapevolezza ambientale;
  • Checkpoint D - “Social game”: i giocatori si cimenteranno con giochi senza la corrente come trottole, tiro al bersaglio e delirio.

GOAL: i vincitori del gioco faranno una fotografia ricordo che verrà caricata sui social.

ore 19.00 - fine

Durante l'evento sarà diffusa musica d'ascolto e sarà attiva un’area ristoro.

Oggi, a partire dalle ore 15, nel cortile della ex Manifattura dei tabacchi, appuntamento con il primo evento aperto al pubblico della Rete Civica Urbana del quartiere Libertà.Una grande festa di quartiere che si aprirà con la presentazione della rete civica, proseguirà con i giochi di Tou.Play che condurranno i partecipanti tra le esperienze di riqualificazione ed integrazione sociale di Bass Culture e di Help, per passare da GEP con il laboratorio artistico di pittura, continuando con i giochi multiculturali dell'associazione Circondario e i progetti artigianali di Iteras.

I giochi della giornata per le famiglie accompagnate da bambini e bambine tratteranno con cura le tematiche ambientali e sociali.

“Sarà un momento per incontrarsi - scrivono gli organizzatori -, conoscere un nuovo luogo del quartiere e sognare insieme che volto dare al quartiere avvolto da nuove energie!”.

Questo il programma nel dettaglio:

ore 15.00 e a seguire: ACCOGLIENZA

ore 15.15 - saluti istituzionali

ore 15.30 - avvio delle attività nei checkpoint

Checkpoint A - “Parla con me”: i giocatori dovranno imparare in un'altra lingua la frase “Benvenuto nel mio quartiere” e supportare le attività di pulizia per la piantumazione;

Checkpoint B - “Facciamo libertà!”: i giocatori dovranno contribuire alla realizzazione di un dipinto dedicato al quartiere;

Checkpoint C - “Party game”: i giocatori si sfideranno in un gioco di carte che ha lo scopo di innalzare la consapevolezza ambientale;

Checkpoint D - “Social game”: i giocatori si cimenteranno con giochi senza la corrente come trottole, tiro al bersaglio e delirio.

GOAL: i vincitori del gioco faranno una fotografia ricordo che verrà caricata sui social.

ore 19.00 - fine

Durante l'evento sarà diffusa musica d'ascolto e sarà attiva un’area ristoro.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 09 novembre 2019 alle 11:31 :

    L'importante è vigilare sul Libertà non fare Libertà vigilata. Rispondi a Franco