Scuola

Romano: «Sei milioni di euro per piccole e grandi manutenzioni sulle nostre scuole»

Approvato in giunta accordo quadro per la manutenzione degli edifici scolastici di Bari

Attualità
Bari venerdì 08 novembre 2019
di La Redazione
Paola Romano
Paola Romano © n.c.

La giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo del nuovo accordo quadro biennale per gli interventi di manutenzione edile ed impiantistica di tipo eccezionale non programmata e a chiamata degli immobili adibiti a scuola media, elementare, materna e nido gestiti dal Comune di Bari.

L’importo stanziato attraverso risorse del civico bilancio è di 6.140.000 euro da suddividere per i 5 municipi e per le diverse tipologie di edifici.

Per le scuole del Municipio I sono stati programmati 2 milioni di euro a copertura degli interventi su entrambe le annualità, per il Municipio II sono stati previsti circa 1.600.000 euro, per le scuole del Municipio III 1.200.000 euro, per il Municipio IV 720.000 euro e per le scuole e gli asili presenti nei quartieri del Municipio V la somma programmata è di 620.000 euro.

Ognuna di queste somme, a sua volta, viene ripartita tra asili nido, scuole materne, scuole elementari e scuole media di competenza comunale. Il progetto approvato dalla giunta è propedeutico all’avvio delle attività da parte degli uffici per l’indizione delle gare utili a individuare i soggetti esecutori dei lavori.

Queste somme sono state individuate dall’amministrazione comunale esclusivamente per le manutenzioni, prediligendo ancora una volta la formula dell’accordo quadro, trattandosi di una procedura che consente di intervenire immediatamente in situazioni di necessità su segnalazioni delle scuole.

Pur non essendo ancora terminato l’accordo quadro attualmente in vigore, con cui quest’anno abbiamo potuto eseguire numerosi interventi, molti dei quali concentrati nei mesi estivi per minimizzare i disagi all’attività didattica – spiega l’assessora Paola Romano - insieme agli uffici abbiamo pensato di avviare da subito la nuova programmazione con la relativa copertura, così da gestire al meglio la fase di transizione dal primo al secondo accordo, che dovrebbe avvenire la prossima estate, momento in cui si svolgono proprio tanti interventi nelle scuole, procedendo senza soluzione di continuità. In questo modo disporremo dei fondi e degli strumenti per eseguire tutte le manutenzioni occorrenti anche durante il corso dell’anno scolastico, optando sempre per l’esecuzione durante i mesi estivi in tutti i casi in cui non è richiesta l’urgenza di intervento. In questi anni l’amministrazione comunale ha investito risorse importanti sugli edifici che accolgono ogni giorno i bambini della città, cercando non solo di rendere le scuole sicure ma anche, laddove è stato possibile, più belle e funzionali, in modo da insegnare ai bambini il rispetto la bellezza e il rispetto dei luoghi di tutti. In questo lavoro dobbiamo sicuramente ringraziare tutti i dirigenti scolastici, il corpo docenti, le associazioni e i genitori che a vario titolo e in modi diversi hanno contribuito a manutenere alcune strutture con iniziative finanziate in maniera autonoma o volontaria. A questi fondi vanno aggiunti gli investimenti messi in campo per la costruzione di nuovi asili nido, nuove aule, palestre e spazi per la socializzazione al servizio sempre delle scuole, fino alla sfida del nuovo polo innovativo, finanziato dalla Regione Puglia per circa 2,5 mln di euro, che sorgerà nel territorio del IV Municipio”.

L’appalto sarà articolato già dal principio su cinque lotti differenti, in modo da avere cinque imprese, dedicate ciascuna a un municipio e in grado di intervenire contemporaneamente su più manutenzioni - spiega l’assessore Galasso -. Stiamo parlando di un patrimonio di oltre 120 strutture adibite a scuole o luoghi per la prima infanzia, luoghi quindi che meritano la massima attenzione ed efficienza nell’intervento. Così facendo avviamo una prima fase di decentramento delle risorse che vengono differenziate e distribuite sui singoli municipi con la possibilità di individuare un riferimento degli uffici per ogni municipio”.

Lascia il tuo commento
commenti