Welfare

“Famiglie senza Confini”: compie un anno il progetto per l'accoglienza dei minori stranieri

Domani l'avvio del secondo ciclo di incontri formativi

Attualità
Bari lunedì 21 ottobre 2019
di La Redazione
L'assessora Bottalico
L'assessora Bottalico © n.c.

Ad un anno dall’avvio del progetto sperimentale “Famiglie senza Confini”, promosso dall’assessorato al Welfare in rete con la cooperativa Gea, parte domani, martedì 22 ottobre, il secondo ciclo di incontri organizzati per approfondire il progetto e accompagnare i nuclei familiari o i singoli cittadini che hanno già espresso la loro disponibilità ad accogliere in famiglia minori stranieri non accompagnati e neomaggiorenni stranieri.

Sono cinque gli appuntamenti previsti dal percorso di formazione e informazione, durante il quale saranno affrontate da un’equipe mista di tecnici e formatori diverse tematiche legate alla complessità del fenomeno migratorio e ai vissuti che spesso caratterizzano i minori non accompagnati.

Il primo incontro in programma domani, dalle ore 15.30 alle 17.30, nella sede della cooperativa Gea, in via Venezia 13, verterà sugli aspetti fenomenologici, psicologici e giuridici del sistema di protezione italiano rivolto ai minori stranieri non accompagnati.

“Al momento sono dodici i nuovi nuclei familiari interessati a partecipare al secondo ciclo del progetto - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. I dati sono incoraggianti, siamo fiduciosi che la conoscenza più approfondita di questa iniziativa e le esperienze già avviate con i sei primi casi di affido, porteranno ad allargare la platea di persone interessate ad aprire le porte della propria casa a giovani che hanno dovuto affrontare viaggi interminabili e sofferenze di ogni genere per arrivare qui. Naturalmente ogni esperienza sarà seguita dall’equipe di progetto che supporterà nuclei familiari e migranti attraverso incontri, individuali e non, con i ragazzi, le famiglie e gli operatori coinvolti. Qualche settimana fa abbiamo contestualmente avviato, in rete con Welcome Refugees, il progetto “Rifugiati in famiglia” per l’accoglienza dei migranti adulti richiedenti asilo, che in pochi giorni ha già visto la raccolta di tante adesioni”.

Il programma degli altri quattro incontri prevede:

31 ottobre

Le strutture di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.

Vita quotidiana in comunità

5 novembre

Aspetti pedagogici dei MSNA - buone pratiche di intervento

Il ruolo del tutore e l’ascolto del minore dinanzi all’Autorità Giudiziaria

14 novembre

Immigrazione e problematiche sanitarie: facciamo chiarezza

Integrazione linguistica: scuola e contesti di vita

19 novembre

Presentazione del Progetto di Accoglienza per Minori Migranti non accompagnati e neomaggiorenni “Famiglie senza confini”,

L’accoglienza si racconta: “Storia di una famiglia senza confini”

Famiglie senza confini

Il progetto sperimentale “Famiglie senza confini” nasce ad ottobre del 2018 su iniziativa dell’assessorato al Welfare del Comune di Bari con l’obiettivo di ampliare le occasioni di inclusione sociale, confronto interculturale e sostegno in favore di minori stranieri non accompagnati e neomaggiorenni, grazie a un percorso educativo di accoglienza in un contesto familiare, a cura di coppie o persone singole, disponibili ad offrire alle persone migranti dei riferimenti affettivi ed educativi e a prendersene cura.

Si tratta di ragazzi giovanissimi che hanno lasciato le famiglie e la terra di provenienza, anche in tenera età, e che hanno bisogno di essere protetti, di crescere in un ambiente accogliente, come tutti i bambini e le bambine, le ragazze e i ragazzi, e hanno diritto a vivere in un contesto familiare con adulti che si prendano cura di loro e della loro crescita.

Non vi sono periodi di tempo prestabiliti da dedicare al progetto: per ciascun ragazzo è previsto un percorso individualizzato che sarà modulato in base alla disponibilità offerta dai nuclei familiari.

Per ulteriori informazioni o adesioni è possibile:

visitare il sito web www.servizioaffidocomunedibari.it

inviare una mail a famigliasenzaconfini@cooperativageabari.it

telefonare al numero di telefono 327 5475515.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 21 ottobre 2019 alle 18:38 :

    I minori stranieri sono diventati l'alibi per alimentare le cooperative sociali da sempre nell'orbita del Welfare del Comune di Bari. Rispondi a Franco